Cinghiali
Cinghiali
Territorio

Attività faunistica e venatoria, incontri formativi a Matera e Tito

Sono organizzati dalla Regione

Due giorni per affrontare le tematiche legate alla gestione dell'attività faunistica e venatoria. Due giornate distinte per le due province lucane.

La prima è in programma oggi a Matera; la seconda, invece, si terrà il giorno successivo nel potentino, a Tito.

Si tratta di due incontri formativi che riguardano le prospettive future in materia di attività venatorie e di salvaguardia e tutela faunistica.

Una iniziativa promossa dal dipartimento delle Politiche Agricole e Forestali, di concerto con i cinque Ambiti territoriali di Caccia della regione Basilicata.

All'incontro porteranno il loro contributo il dirigente dell'ufficio Foreste e Tutela del Territorio, Giuseppe Eligiato; Paolo Pennacchini, presidente nazionale Fanbpo, federazione che raccoglie sotto la propria sigla le Associazioni dei Beccacciai del Paleartico Occidentale; il direttore generale dell'Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata, Antonio Fasanella e l'assessore regionale alle politiche Agricole e Forestali della Basilicata, Luca Braia.

Al termine degli incontri (quello di Matera è in programma alle ore 16, presso l'auditorium Sant'Anna, in via Lanera), verranno rilasciati dei certificati attestanti l'abilitazione conseguita per il controllo delle specie riguardanti i cinghiali, le volpi e i corvidi.
  • Fauna selvatica
Altri contenuti a tema
Basilicata, una cabina di regia per l’emergenza cinghiali Basilicata, una cabina di regia per l’emergenza cinghiali Sarà coordinata dal dipartimento agricoltura della Regione
Danni da fauna selvatica, è allarme rosso Danni da fauna selvatica, è allarme rosso Cia Basilicata: “Stato precario per tante aziende agricole lucane”
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.