Ponte sospeso sulla gravina di Matera
Ponte sospeso sulla gravina di Matera
Associazioni

Aumentano i "no" al progetto di Matera2019 nella gravina

Associazioni ambientaliste contrarie alla ragnatela d'acciaio

Il progetto "Airport City" della Fondazione Matera-Basilicata 2019 è sonoramente bocciato dalle associazioni ambientaliste. Dopo l'allarme lanciato dal Wwf, altre realtà associative condividono il "no" alla ragnatela d'acciaio nella gravina di Matera, un habitat protetto come riserva integrale del Parco della Murgia Materana.

La Fondazione ha comunicato la disponibilità a dialogare con le associazioni per presentare i dettagli di un progetto ancora "in fase embrionale". Si tratta di un'installazione artistica del performer argentino Tomàs Saraceno.

Il Wwf reputa ''inaccettabile'' un progetto che collega con cavi di acciaio i due versanti della Gravina agli antipodi, dal punto di confluenza dei torrenti col torrente Jesce a via delle Virtù, rientrante nella zona di massima protezione del Parco della Murgia Materana. L'associazione di protezione della fauna ha chiesto all'Ente Parco di respingere ''con ogni forza ed efficacia'' questo progetto per impedire ''ogni eventuale possibilità di intervento nell'area di Riserva integrale''.

Ha preso posizione anche il Comitato No Inceneritore a Matera. La storia di Matera non può ''essere né un aeroporto né un Luna Park'', ha sottolineato.

Interviene anche Legambiente. ''Pur non conoscendo il progetto - fa sapere l'associazione - non v'è alcun dubbio che il progetto Airport City, per quel poco che è dato sapere, è assolutamente incompatibile con la riserva integrale. Da anni Legambiente Matera denuncia i problemi del Parco, dall'incremento dei flussi totalmente incontrollati alle speculazioni edilizie, dalle discariche agli eventi (musicali, luminosi, pirotecnici) sempre più numerosi e ai set cinematografici, dall'avere lasciato consumare il suolo murgiano ed il banco roccioso alla sentieristica scriteriata, per finire alla realizzazione del tristemente noto ponte tibetano (nella foto), terribile attrattore ormai irreversibile e di cui sarebbe opportuno l'immediato smantellamento e restauro ambientale''.

Entra negli aspetti tecnici l'associazione "Ambiente e legalità": "Difficilmente - sostiene - il manufatto sarà utilizzabile in tempo utile nel 2019 se la Fondazione intende realizzarlo lo delocalizzi in area non protetta, fuori dalla Zsc (zona speciale di conservazione), altrimenti avremo parlato del nulla. Occorre tentere da conto che anche quegli interventi previsti in una fascia esterna al perimetro di 5 KM della Zsc debbono essere sottoposti a Procedura V.Inc.A. (Valitazione di incidenza ambientale)".
  • Comitato no inceneritore
  • Legambiente
  • Ambiente
  • Gravina
  • Parco della Murgia Materana
  • Wwf
  • Matera2019
Altri contenuti a tema
Il Parco della Murgia Materana presenta l’app “SnapPark” Il Parco della Murgia Materana presenta l’app “SnapPark” Un’applicazione interattiva per far conoscere e apprezzare l’area protetta materana
Corsi on line per “ambasciatore del Parco” Corsi on line per “ambasciatore del Parco” Aperte le iscrizioni al progetto della Murgia Materana
Le guide del Parco al servizio dei cittadini Le guide del Parco al servizio dei cittadini Escursioni sulla Murgia in occasione del ParcoMurgia Festival 2020
“Puliamo il Mondo”, una domenica di volontariato “Puliamo il Mondo”, una domenica di volontariato Legambiente Matera ripulirà la zona del complesso rupestre della Madonna della Rena
Un bando per affidare il sentiero 406 Un bando per affidare il sentiero 406 A chiederlo è la Sezione Cai (Club Alpino Italiano) di Matera “Falco Naumanni”
Parco della Storia dell’uomo, pressing degli ecologisti Parco della Storia dell’uomo, pressing degli ecologisti Legambiente: "Evitare danni irreversibili"
Riapre il ponte tibetano nel Parco della Murgia Riapre il ponte tibetano nel Parco della Murgia I lavori sono durati due anni. Per le escursioni occorre prenotarsi
Parco della Murgia materana, iniziate le catture di cinghiali Parco della Murgia materana, iniziate le catture di cinghiali Installati undici chiusini per contrastare il fenomeno
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.