"Airport City" per Matera2019
Associazioni

Una "ragnatela" d'acciaio su tutta la gravina

Il progetto di Matera2019 non piace al Wwf

"Airport City". Così si chiama un progetto della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e consiste in un'installazione artistica a forma di tela di ragno. L'iniziativa fa discutere perché sono previsti cavi di acciaio che attraverseranno l'altopiano murgiano che è un'area protetta.

L'artista, architetto e performer argentino Tomàs Saraceno creerà una installazione aerea all'interno del Parco regionale della Murgia. Ispirandosi al territorio, l'opera si svilupperà lungo tutta la Gravina di Matera, sfruttando le strutture e gli appigli naturali proprio come una ragnatela con lo scopo simbolico di "superare i confini dei percorsi fisici e mentali, collegando in maniera del tutto nuova l'uomo e la natura e proiettando l'intera comunità verso il futuro".

Al Wwf l'idea non piace e il progetto viene definito "inaccettabile" per collegare con cavi di acciaio i due versanti della Gravina agli antipodi, dal punto di confluenza dei torrenti col torrente Jesce a via delle Virtù, rientrante nella zona di massima protezione del Parco della Murgia Materana.

Il progetto, ancora in fase embrionale, è tuttora privo sia di nulla osta dell'Ente di gestione del Parco della Murgia Materana (ed impossibilitato ad averne in base alla L.R. 11/90 e al Piano del Parco, interessando una zona di riserva integrale) che di Valutazione di incidenza ambientale da parte dell'ufficio competente della Regione Basilicata; come esito finale tale progetto prevedrebbe una rete di cavi d'acciaio a mo' di installazione aerea tra le pendici dell'altopiano murgico, nell'ambito di un progetto artistico visionario.

"Lo scorso febbraio, senza autorizzazione alcuna, si sono svolte delle prove di questa malsana installazione e senza indugio sono stati avvertiti i carabinieri forestali che sono prontamente intervenuti per far rimuovere i cavi", fa sapere il WWf.

Il Wwf, insomma, chiede all'Ente Parco di respingere "con ogni forza ed efficacia" questo progetto per impedire "ogni eventuale possibilità di intervento nell'area di Riserva integrale".

Sulla questione è intervenuta proprio la Fondazione Matera-Basilicata che ha spiegato gli intenti del progetto. "Punta a valorizzare - si legge in una nota - uno straordinario patrimonio ambientale come l'altopiano murgico che, insieme ai Sassi, fa parte del patrimonio mondiale dell'umanità riconosciuto dall'Unesco. "Airport city" è nella fase di progettazione preliminare e vede il coinvolgimento costante di tutte le istituzioni interessate. Una progettazione predisposta con un altissimo rigore scientifico, da parte di un team di esperti composto anche da rappresentanti di associazioni ambientaliste. In questa fase stiamo verificando se ci sono i presupposti per la realizzazione dell'opera d'arte".

La Fondazione assicura il "totale rispetto di tutte le norme" e l'iniziativa è già stata sottoposta alle opportune valutazioni di impatto ambientale. A breve, inoltre, la Fondazione incontrerà il Wwf e le altre associazioni interessante per spiegare l'idea e confrontarsi con loro.
  • Gravina
  • Matera2019
Altri contenuti a tema
Matera arcobaleno, in migliaia al "Heroes Pride" Matera arcobaleno, in migliaia al "Heroes Pride" Partecipazione da tutto il Sud Italia. Una parata e una festa per i diritti
Olimpiadi invernali 2026, gli auguri di Matera2019 Olimpiadi invernali 2026, gli auguri di Matera2019 Con Cortina c'è già un protocollo per i Mondiali di sci alpino del 2021
Matera2019, ecco il bilancio del primo semestre Matera2019, ecco il bilancio del primo semestre I dati della Fondazione: 80.000 presenze agli eventi. Venduti 36.000 Passaporti
Petrolio. Uomo e natura nell'era dell'Antropocene Petrolio. Uomo e natura nell'era dell'Antropocene Danza, perfomances e conversazioni a giugno e settembre
Cammino delle Confraternite, attese 8000 persone Cammino delle Confraternite, attese 8000 persone A Matera appuntamento dal 14 al 16 giugno
Festa dello Studente: ospite speciale Guè Pequeno Festa dello Studente: ospite speciale Guè Pequeno Raccontare Matera Capitale Europea della Cultura anche come città studentesca
I turisti diventano "materani adottivi" I turisti diventano "materani adottivi" Con una "app". Iniziativa di Confindustria
Interpreti e Traduttori: i protagonisti del futuro Interpreti e Traduttori: i protagonisti del futuro Seminario in Cultura Giapponese presso l'Istituto Universitario "Nelson Mandela"
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.