Coldiretti
Coldiretti
Territorio

Cambiamenti climatici e crisi commerciale, le proposte della Coldiretti

Presentate alla Regione Basilicata

Coldiretti Basilicata è pronta ad affrontare la sfida dei cambiamenti climatici e la crisi commerciale, con il supporto della Regione, soprattutto per ciò che riguarda il comparto ortofrutticolo, settore trainante dell'economia agricola regionale.

L'associazione degli agricoltori ha presentato un manifesto con delle proposte concrete all'assessore regionale alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli. "Gli agricoltori lucani stanno facendo i conti con difficoltà di natura produttiva a causa principalmente delle avverse condizioni climatiche sulla quale gravano fenomeni commerciali di natura speculativa e processi di dumping economico e sociale attraverso l'importazione di prodotti esteri con prezzi finali al di sotto dei costi di produzione dell'area lucana"– ha dichiarato il presidente di Coldiretti, Antonio Pessolani.

E per non perdere sul terreno della competitività delle aziende lucane, la Coldiretti chiede alla Regione un carico di responsabilità, con delle politiche agricole che intervengano a supportare, anche finanziariamente, le colture e le scelte degli agricoltori lucani, improntate al mantenimento della qualità ed al legame con il territorio.

E per questo la Coldiretti Basilicata ritiene necessario sbloccare quanto prima i pagamenti delle misure a superficie del PSR, e nella presa d'atto degli avvenuti cambiamenti climatici, mettere in atto misure di contrasto alle calamità naturali, così da proteggere l'agricoltura lucana.

Le proposte, nel dettaglio, riguardano un più facile accesso delle imprese agricole al mercato assicurativo, un rafforzamento del Consorzio di Bonifica e una maggiore diffusione delle colonnine per il rilevamento dei dati meteorologici. Inoltre, si chiede alla Regione di mettere in cantiere la realizzazione di una più efficiente rete di infrastrutture che consentano un più facile trasporto dei prodotti agricoli lucani, sia sui mercati nazionali che su quelli internazionali.
Tutte misure- secondo Coldiretti Basilicata- che dovrebbero riuscire a rilanciare il comparto agricolo lucano.
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
La ricetta di Coldiretti per un'agricoltura di qualità La ricetta di Coldiretti per un'agricoltura di qualità Il segretario nazionale Prandini a Matera per fare il punto della situazione in Basilicata
"Ulivi: la xylella avanza in Puglia e ora minaccia Matera" "Ulivi: la xylella avanza in Puglia e ora minaccia Matera" La Coldiretti Puglia teme una diffusione in tutto il Sud
Coldiretti: “Il cibo è cultura” Coldiretti: “Il cibo è cultura” Anche la sigla agricola ha partecipato alla festa di Matera 2019
Coldiretti, rinviata presentazione “Io sono lucano” Coldiretti, rinviata presentazione “Io sono lucano” Il marchio della filiera agroalimentare regionale
A Coldiretti Basilicata passaggio di consegne A Coldiretti Basilicata passaggio di consegne A Francesco Manzari, che passa a direttore provinciale di Matera, subentra come nuovo direttore regionale Aldo Mattia
1 Finalmente scatta l’obbligo sull’etichetta del “Made in Italy” Finalmente scatta l’obbligo sull’etichetta del “Made in Italy” Vale per il latte e i prodotti lattiero-caseari
La Di Leo Pietro Spa vince il premio regionale ‘Oscar Green’ di Coldiretti Giovani Impresa nella sezione ‘Campagna amica’ La Di Leo Pietro Spa vince il premio regionale ‘Oscar Green’ di Coldiretti Giovani Impresa nella sezione ‘Campagna amica’ Il riconoscimento è stato conferito a Di Leo per il progetto della prima filiera del biscotto certificato italiano
Coldiretti: con nuovi voucher INPS a rischio le raccolte estive Coldiretti: con nuovi voucher INPS a rischio le raccolte estive Questa la dura realtà dei fatti
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.