Coldiretti
Coldiretti
Territorio

Cambiamenti climatici e crisi commerciale, le proposte della Coldiretti

Presentate alla Regione Basilicata

Coldiretti Basilicata è pronta ad affrontare la sfida dei cambiamenti climatici e la crisi commerciale, con il supporto della Regione, soprattutto per ciò che riguarda il comparto ortofrutticolo, settore trainante dell'economia agricola regionale.

L'associazione degli agricoltori ha presentato un manifesto con delle proposte concrete all'assessore regionale alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli. "Gli agricoltori lucani stanno facendo i conti con difficoltà di natura produttiva a causa principalmente delle avverse condizioni climatiche sulla quale gravano fenomeni commerciali di natura speculativa e processi di dumping economico e sociale attraverso l'importazione di prodotti esteri con prezzi finali al di sotto dei costi di produzione dell'area lucana"– ha dichiarato il presidente di Coldiretti, Antonio Pessolani.

E per non perdere sul terreno della competitività delle aziende lucane, la Coldiretti chiede alla Regione un carico di responsabilità, con delle politiche agricole che intervengano a supportare, anche finanziariamente, le colture e le scelte degli agricoltori lucani, improntate al mantenimento della qualità ed al legame con il territorio.

E per questo la Coldiretti Basilicata ritiene necessario sbloccare quanto prima i pagamenti delle misure a superficie del PSR, e nella presa d'atto degli avvenuti cambiamenti climatici, mettere in atto misure di contrasto alle calamità naturali, così da proteggere l'agricoltura lucana.

Le proposte, nel dettaglio, riguardano un più facile accesso delle imprese agricole al mercato assicurativo, un rafforzamento del Consorzio di Bonifica e una maggiore diffusione delle colonnine per il rilevamento dei dati meteorologici. Inoltre, si chiede alla Regione di mettere in cantiere la realizzazione di una più efficiente rete di infrastrutture che consentano un più facile trasporto dei prodotti agricoli lucani, sia sui mercati nazionali che su quelli internazionali.
Tutte misure- secondo Coldiretti Basilicata- che dovrebbero riuscire a rilanciare il comparto agricolo lucano.
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
Matera, grande successo per il Villaggio contadino di Coldiretti Matera, grande successo per il Villaggio contadino di Coldiretti Bilancio molto positivo per la massiccia partecipazione
Indagine della Coldiretti: il cibo è la prima ricchezza del Paese Indagine della Coldiretti: il cibo è la prima ricchezza del Paese I dati presentati al Villaggio contadino. Troppa concorrenza sleale per il made in Italy
C'è feeling tra Di Maio e Matera, quinta volta in un anno per il ministro C'è feeling tra Di Maio e Matera, quinta volta in un anno per il ministro Oggi al Villaggio contadino della Coldiretti
I ministri Di Maio e Bellanova al Villaggio dell'agricoltura I ministri Di Maio e Bellanova al Villaggio dell'agricoltura Iniziativa della Coldiretti entra nel vivo. Prime stime sul Natale: spesa di 140 euro a famiglia
Villaggio Coldiretti, anche la Polizia di Stato presente con uno stand Villaggio Coldiretti, anche la Polizia di Stato presente con uno stand All’interno della manifestazione nazionale di Coldiretti
Sbarca a Matera il “Villaggio Coldiretti”, produttori da tutta Italia Sbarca a Matera il “Villaggio Coldiretti”, produttori da tutta Italia Dal 29 novembre al 1 dicembre arriva nella città dei Sassi il mercato contadino di Natale
1 Apre a Matera il primo mercato “Io sono Lucano” Apre a Matera il primo mercato “Io sono Lucano” L’inaugurazione dell’iniziativa di Campagna amica di Coldiretti
La ricetta di Coldiretti per un'agricoltura di qualità La ricetta di Coldiretti per un'agricoltura di qualità Il segretario nazionale Prandini a Matera per fare il punto della situazione in Basilicata
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.