Nucleare, territori potenzialmente idonei
Nucleare, territori potenzialmente idonei
Territorio

Deposito nucleare, Regione convoca Comuni

Una videoconferenza per illustrare i contenuti del documento con le osservazioni

Un incontro per illustrare i contenuti del Dots, il Documento Unico delle Osservazioni Tecnico – Scientifiche sviluppato dalla regione Basilicata in opposizione alla Cnapi, la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee per la localizzazione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi.

A chiamare all'appello tutti i sindaci dei comuni della Basilicata interessati dal provvedimento (Oppido Lucano, Acerenza, Genzano di Lucania, Irsina, Matera, Montescaglioso, Bernalda e Montalbano Jonico) è stato l'assessore all'ambiente lucano Gianni Rosa, che ha indetto per la mattinata di giovedì 25 febbraio un incontro in videoconferenza a cui prenderanno parte, oltre al Governatore Bardi e gli altri membri della giunta, anche i consiglieri regionali, i presidenti delle Province di Potenza e Matera, il direttore generale dell'Arpab e il presidente dell'Anci Basilicata.

Il Dots- spiegano dalla regione- "è il frutto degli approfondimenti svolti dai gruppi di lavoro istituiti presso il Dipartimento Ambiente sulla struttura idro-geomorfologica, la struttura naturalistica, la struttura antropica e le strutture strategiche di relazione delle zone indicate come potenziali siti, nell'ambito di un percorso che ha visto la partecipazione dei rappresentanti degli enti locali, degli ordini professionali, delle istituzioni scientifiche e dei tecnici dei diversi Dipartimenti della Regione".

Dopo questo passaggio con gli enti locali, che servirà anche a raccogliere ulteriori osservazioni e contributi, si passerà all' approvazione del Documento Unico delle Osservazioni Tecnico – Scientifiche che consentirà al governo regionale di parteciperà alla consultazione pubblica.
  • Regione Basilicata
  • Scorie nucleari
  • Deposito nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, primo via libera alla proroga Deposito nucleare, primo via libera alla proroga Ci sarà più tempo per presentare le osservazioni
No scorie: mobilitazione contro la realizzazione del deposito nucleare domenica 28 febbraio No scorie: mobilitazione contro la realizzazione del deposito nucleare
Nucleare: i siti indicati a Matera sono in aree di valore storico e archeologico Nucleare: i siti indicati a Matera sono in aree di valore storico e archeologico Le valutazioni del Dipartimento ambiente della Regione
Deposito nucleare, stringono i tempi per presentare le osservazioni Deposito nucleare, stringono i tempi per presentare le osservazioni Ribadito ancora una volta il "no" ma ora serve concretizzare gli atti
Una scultura per dire no al deposito nucleare Una scultura per dire no al deposito nucleare L’opera consegnata dagli artisti De Pace e Scozzafava al sindaco Bennardi
Nucleare: la Regione prepara le carte Nucleare: la Regione prepara le carte Per contrastare la localizzazione del deposito. Ecco la mappa di Matera
I giovani della politica uniti contro il nucleare I giovani della politica uniti contro il nucleare Da destra a sinistra, tutti insieme per dire no al deposito nazionale
Deposito scorie Nucleari: “Perché a Matera?” Deposito scorie Nucleari: “Perché a Matera?” Ad interrogarsi e l’associazione Slow Food materana
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.