Danni da fauna selvatica, è allarme rosso
Danni da fauna selvatica, è allarme rosso
Territorio

Emergenza Cinghiali, Braia all’attacco della giunta Bardi

Il consigliere di Avanti Basilicata denuncia l’immobilismo dell’attuale governo regionale rispetto al dilagare del fenomeno

Il livello di sopportazione, soprattutto degli agricoltori, per i danni provocati dalla fauna selvatica ha superato ormai i limiti di guardia, mentre il governo regionale non mette in campo dei provvedimenti efficaci per arginare il dilagante fenomeno.

A denunciare la situazione critica è il consigliere regionale di Avanti Basilicata, Luca Braia.

Braia, che nella passata legislatura ricopriva l'incarico di assessore all'agricoltura, rivendica il merito di aver messo in atto le prime ed uniche iniziative presenti attualmente in Basilicata per arginare il fenomeno.
Mentre l'attuale governo regionale si è limitato "al prosieguo, stanco e senza vigore, delle attività messe in campo dalla precedente Giunta regionale insieme al blocco dell'applicazione della legge regionale"- ha dichiarato il consigliere di opposizione.

Secondo Braia, per rilanciare l'azione di contrasto al fenomeno occorrerebbe monitorare le attività in campo, intensificare l'interlocuzione con il governo nazionale per rafforzare l'attività nella aree protette e applicare la legge regionale.

Ad oggi, a detta del consigliere regionale, l'amministrazione Bardi è ferma a quanto realizzato in passato. "Non ci risulta nessuna attività di organizzazione integrativa, nessun avanzamento sulla applicazione della legge regionale relativa alle Misure straordinarie per contrastare l'emergenza cinghiali in Basilicata".

Non si hanno notizie sullo stato dell'arte del progetto "InGreenPaf" relativo alla installazione dei chiusini di cattura nei parchi, delle modifiche alla legge nazionale, o della rete dei macelli a disposizione dei sele-controllori/cacciatori di Basilicata.

E dunque, sostiene Braia, spetta alle opposizioni fare la voce grossa per far smuovere le acque.

"E' allora compito nostro - dai banchi dell'opposizione oltre che fino a qualche mese fa coinvolti direttamente nella gestione delle politiche faunistico-venatorie - continuare a portare al centro del dibattito il tema e stimolare tutte le azioni integrative a livello regionale e nazionale, promuovendo un coordinamento permanente con rappresentanti della Regione, dell'Anci, dei Parchi e delle Associazioni di rappresentanza Agricole e Venatorie"- dice l'esponente di Avanti Basilicata .

"L'allarme sociale e di sicurezza pubblica ha raggiunto oramai livelli elevati", afferma in conclusione Braia che ricorda come "Il comparto venatorio riguarda direttamente oltre 6500 cacciatori, di cui oltre 3500 selecontrollori formati, essi operano in prima linea sull'intero territorio regionale a contatto con l'ambiente, sono da considerarsi l'unica vera ed efficace possibilità di contrasto ai danni provocati dalla fauna selvatica, rappresentando anche una importante voce economica ed occupazionale legata alla filiera turistica di settore."
  • Luca Braia
  • emergenza cinghiali
Altri contenuti a tema
Braia, Antezza: ora si lavori a raddoppio statale 7 Braia, Antezza: ora si lavori a raddoppio statale 7 Dopo la bella notizia della ferrovia nazionale
Incendi: discussione in Consiglio regionale Incendi: discussione in Consiglio regionale Intervento del consigliere Luca Braia
Invasione cinghiali, Ugl: “Ora si rischia anche la peste suina” Invasione cinghiali, Ugl: “Ora si rischia anche la peste suina” Il segretario del sindacato Giordano lancia l’allarme. Nessun pericolo per l’uomo, ma enorme danno all’economia
Emergenza cinghiali: animali selvatici visti in zona jonica Emergenza cinghiali: animali selvatici visti in zona jonica Segnalazione da Nova Siri. Regione convoca un tavolo di confronto
Istituzioni orchestrali, no ai campanilismi Istituzioni orchestrali, no ai campanilismi Sono due in Basilicata. Braia: "Regione valorizzi entrambe"
Danni in agricoltura, indagine su truffe alla Regione Danni in agricoltura, indagine su truffe alla Regione Sono circa 30 le persone indagate
Braia: "Asm, il vaso è colmo e la pazienza finita” Braia: "Asm, il vaso è colmo e la pazienza finita” Per il consigliere regionale di Italia Viva “agli annunci seguano i fatti”
Murgia materana: emergenza cinghiali, s.o.s. del Parco Murgia materana: emergenza cinghiali, s.o.s. del Parco Delusione dell’ente di gestione dell’area protetta per l’impossibilità alla cattura
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.