Domenico Bennardi
Domenico Bennardi
Territorio

Ferrosud, commenti di soddisfazione

Dopo la firma dell'accordo che salva azienda e posti di lavoro

Comunicato di Confapi Matera FIOM CGIL-FIM CISL-UILM UIL
Raggiunto l'accordo storico per Ferrosud - Garantiti tutti i lavoratori e il futuro del plesso industriale ferroviario

Dopo una vertenza decennale ieri è stato raggiunto l'accordo storico per la chiusura definitiva della questione Ferrosud, garantendo il lavoro a tutti i lavoratori e assicurando il futuro del plesso industriale ferroviario.

Confapi Matera e FIOM CGIL-FIM CISL-UILM UIL si dichiarano entusiasti del risultato ottenuto grazie al lavoro fatto in questi anni dall'Associazione e dai Sindacati, e raggiunto per la disponibilità della Società acquirente, che dalla previsione iniziale di assumere 8 persone ha deciso di salvaguardare tutti e 64 i lavoratori in forza a Ferrosud, contando anche sulla mediazione della Regione Basilicata che ha messo a disposizione le risorse per la formazione del personale.

A questo traguardo si è arrivati dopo un'attività decennale in cui Confapi Matera, i Sindacati di Categoria Territoriali e Nazionali, le Confederazioni CGIL CISL UIL e i lavoratori hanno svolto un ruolo fondamentale per evitare la dismissione di un sito industriale strategico per il territorio, mantenendo sempre vivo un plesso che altrimenti sarebbe stato smembrato, grazie soprattutto ai sacrifici dei lavoratori, oggi ridotti a 64 persone dopo che molti sono andati in pensione o sono stati costretti a mutare la propria professionalità.

Nonostante le numerose proposte - che in questi anni si sono succedute – di parcellizzare il sito industriale cambiandone il settore di attività, l'azione pervicace dell'Associazione e dei Sindacati, con il supporto istituzionale della Regione negli anni, ha avuto successo e ha portato al risultato auspicato. Risultato ottenuto anche grazie alla Società subentrante, leader mondiale del settore ferroviario, che impiegherà tutti i lavoratori provenienti da Ferrosud.

Per Confapi Matera e FIOM CGIL-FIM CISL-UILM UIL questo è un successo di tutto il territorio, che ha tenacemente voluto preservare la storia industriale di Ferrosud, rilanciandone l'attività e creando le premesse per le prospettive future. Un esito che non sarebbe stato possibile raggiungere senza la determinata gestione dell'Amministrazione Straordinaria, condotta dall'avv. Antonio Casilli. Un ringraziamento è doveroso nei confronti del Ministero delle Imprese e del Made in Italy per avere accolto le istanze del territorio nella ricerca di un primario player internazionale nel settore ferroviario, al fine di mantenere la vocazione storica del sito materano.


Negli ultimi anni, infatti, Confapi e Sindacati hanno svolto una funzione di stretta collaborazione con l'Amministrazione Straordinaria e, andando al di là dei ruoli specifici di rappresentanza, hanno lavorato congiuntamente per la difesa del territorio, sia dal punto di vista lavorativo che da quello industriale. Un risultato ottenuto con il sacrificio dei lavoratori, che hanno vissuto anni nella più totale incertezza, ma che hanno sempre creduto nel loro futuro lavorativo e in quello dell'azienda, e che ora conserveranno la propria professionalità.

È stata, infatti, proprio la visione unitaria, di tenere insieme sito industriale, settore di attività e forza lavoro, che ha consentito di raggiungere un risultato storico per il territorio.

-----
Comunicato del sindaco Domenico Bennardi
"Sono davvero felice di questa nuova opportunità per la storica azienda materana Ferrosud, che potrà finalmente ripartire con la lavorazione industriale grazie all'azienda Mermec Spa, multinazionale con sede a Monopoli che ha già oltre 500 dipendenti sparsi nel mondo". È il commento del sindaco di Matera, Domenico Bennardi, dopo le notizie ufficiali sul rilancio in atto nel sito industriale per la produzione e manutenzione di materiale ferroviario, intimamente connesso alla tradizione ed alle maestranze della città. "Un ringraziamento va innanzitutto alla Mermec, per aver accettato la sfida trovando le risorse utili ad assorbire tutti i 64 lavoratori in organico, molti dei quali ancora in età produttiva e con anni di esperienza consolidata nel settore. In questo ambito -rimarca il sindaco- è stato fondamentale anche l'apporto della Regione Basilicata, che ha messo in campo importanti risorse per la formazione e l'aggiornamento del personale. Un ultimo ringraziamento va alle associazioni di categoria ed ai sindacati confederali, che hanno seguito strenuamente una difficilissima e decennale trattativa, giungendo al miglior risultato possibile per il sito produttivo, ovvero preservare la mission originaria di Ferrosud, e per le maestranze quasi tutte materane, che saranno valorizzate e mi auguro possano tutte concludere il loro naturale percorso professionale in questo prestigioso opificio".
  • Ferrosud
Altri contenuti a tema
Mermec Ferrosud: a Jesce si respira aria nuova, grande rilancio Mermec Ferrosud: a Jesce si respira aria nuova, grande rilancio Commesse produttive estere per la produzione di nuovi treni
La MerMec Ferrosud riporta l'area murgiana sul binario giusto La MerMec Ferrosud riporta l'area murgiana sul binario giusto Visita del vice presidente Tajani e di Casellati. In precedenza Salvini e Fitto
Ferrosud: prime 14 assunzioni da nuova proprietà Ferrosud: prime 14 assunzioni da nuova proprietà La MerMec sta attuando l'intesa raggiunta a febbraio
Firmato l'accordo per la Ferrosud Firmato l'accordo per la Ferrosud Rilevata da azienda pugliese. Presi impegni per tutti i lavoratori
Ferrosud: incontro decisivo alla Regione Ferrosud: incontro decisivo alla Regione Questa volta c'è fiducia per risolvere la decennale vertenza
La vertenza senza fine della Ferrosud La vertenza senza fine della Ferrosud Chiesta altra cassa integrazione. Nuova proposta di acquisizione
Ferrosud Matera, appello dell’Ugl a Bardi Ferrosud Matera, appello dell’Ugl a Bardi I segretari Costanzo e Giordano: “Presidente si attivi, non permetta speculazioni”.
"La Ferrosud verrà venduta" "La Ferrosud verrà venduta" I sindacati commentano l'esito della riunione al Ministero
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.