Spiaggia di Policoro
Spiaggia di Policoro
Territorio

Legambiente: migliorato stato delle coste e della balneazione

In Basilicata tutti i punti monitorati su spiagge e fiumi sono nella norma

Migliora lo stato delle coste e delle acque di balneazione di Basilicata. Sono tutti entro i limiti di legge i cinque punti monitorati in Basilicata (due su spiagge e tre in corrispondenza di foci fluviali) in base alla campagna della Goletta verde di Legambiente. Il report è stato presentato l'altro ieri a Maratea. Negli scorsi anni alcuni dei punti monitorati avevano valori superiori ai limiti.

Lungo la costa tirrenica i punti campionati sono stati la spiaggia di Castrocucco e la foce del fiume Fiumicello a Maratea; lungo la costa jonica il monitoraggio ha riguardato la spiaggia a sud del lungomare nel Comune di Policoro, la foce del fiume Basento nel Comune di Bernalda e la foce del canale Toccacielo nel comune di Nova Siri. "È la prima volta che in Basilicata i campionamenti non mettono in evidenza punti di criticità - ha dichiarato Katiuscia Eroe, portavoce di Goletta Verde -. Segno sicuro di un lavoro svolto, come per il fiume Fiumicello. Ma è importante non abbassare la guardia: l'Italia rimane sempre un Paese con grandi problemi di depurazione che nella maggior delle volte hanno conseguenze nei corpi fluviali. Luoghi troppo spesso abbandonati e sottovalutati per importanza sociale e ambientale. Fiumi e foci devono tornare a essere sicuri e balneabili, restituendo pezzi di territorio straordinari alla cittadinanza".

"Il miglioramento della qualità dei dati, in particolare alle foci dei corsi d'acqua monitorati, ci ricorda che intervenire sulle cause di inquinamento porta a risultati positivi - ha aggiunto Antonio Lanorte, presidente Legambiente Basilicata -. Troppo spesso, invece, ci si rassegna al pensiero che fiumi e corsi d'acqua possano essere abbandonati a loro stessi perché inquinati''. Secondo la sede lucana dell'associazione del cigno verde, ''è necessario mettere in campo interventi di manutenzione e adeguamento delle reti fognarie e degli impianti di depurazione, che superino la logica emergenziale e assumano un carattere strutturale definitivo".
  • Zona jonica
  • Mare
Altri contenuti a tema
Quattro bandiere blu alla provincia di Matera Quattro bandiere blu alla provincia di Matera Una conferma per le località joniche. Anche a Maratea il riconoscimento
Spiagge senza barriere per diversamente abili Spiagge senza barriere per diversamente abili Un progetto della Regione per il turismo accessibile a Metaponto
Monitoraggio dei cetacei nello Jonio Monitoraggio dei cetacei nello Jonio Prima campagna della Farbas
Mare: sulla costa jonica le barriere contro i rifiuti Mare: sulla costa jonica le barriere contro i rifiuti Presentato il progetto della Regione
Zes ionica, Giampiero Marchesi nominato commissario Zes ionica, Giampiero Marchesi nominato commissario L’incarico assegnato dal Consiglio Dei Ministri
Turismo, la Basilicata si mette in vetrina Turismo, la Basilicata si mette in vetrina Per quattro giorni un "educational tour" nei luoghi più belli per la vacanza
Fallimento per la società Marinagri Fallimento per la società Marinagri Decisione del Tribunale di Matera per debiti e insolvenza
Erosione costiera, altre tre barriere a Metaponto Erosione costiera, altre tre barriere a Metaponto Per l'azione di riduzione degli impatti. Si è tenuto un tavolo tecnico alla Regione
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.