Progetto Clara, la mappatura in 3D del centro di Matera
Progetto Clara, la mappatura in 3D del centro di Matera
Vita di città

Progetto Clara, la mappatura in 3D del centro di Matera

Monitorati gli Ipogei al fine di conoscere il sottosuolo urbano

Il progetto Clara, sperimentato negli ultimi tre giorni a Matera, ha consentito di monitorare in 3D, con risultati giudicati "interessanti", gli ambienti ipogei di due piazze di Matera, San Giovanni e Duomo, di via Madonna delle Virtù nei rioni Sassi e le condizioni di alcuni edifici pubblici (Comune, Provincia, scuole e nuova caserma dei Vigili Fuoco).

Le prime misure test del progetto sono state realizzate. I risultati attesi riguardano l'applicazione di tecnologie geofisiche di indagine non invasiva per accrescere la conoscenza del sottosuolo urbano e della risposta degli edifici al rischio sismico e dissesto idrogeologico. Le soluzioni smart sono state applicate anche per le altre pubbliche amministrazioni, come Ferrara e Enna.

"Le implicazioni positive di questo progetto confermano la nostra idea di Matera come città-laboratorio". Lo ha affermato il vice sindaco e assessore all'Innovazione e ricerca, Giovanni Schiuma, partecipando alla presentazione del progetto promosso dall'Istituto di Metodologie per l'Analisi Ambientale del CNR, in collaborazione con altri centri di ricerca ed università (CNR-IREA, OGS di Trieste, Università di Ferrara) ed un team di imprese innovative (IDS, Consorzio Etna Hitech, Geostudi, Consorzio TeRN, Consorzio CREATEC.

"Lo sviluppo sostenibile del nostro territorio è legato all'integrazione fra attività turistiche, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico-culturale, con attività avanzate – ha spiegato Schiuma – Grazie a questo progetto, realizzeremo una importante attività di ricerca con ricadute economiche. C'è una visione strategica della città che passa dall'industria creativa, dalle politiche smart, dalla tecnologia grazie alla quale si può intervenire per proteggere i nostri territori".

"Il ruolo delle imprese locali, in questo senso, è fondamentale. Matera deve essere anche città della conoscenza in cui ricerca e Università sono fondamentali. Il nostro obiettivo è comprendere come la nostra città può completare il suo percorso di luogo di ricerca nella quale Università e Campus giocano un ruolo centrale. Possiamo essere un hub sinergico – ha concluso Schiuma – inserito in un contesto ampio che ci vede insieme a Ferrara e Enna".
  • Comune di Matera
  • Piazza Vittorio Veneto
  • Progetto Clara
Altri contenuti a tema
Il Comune sbarca sull'app dei servizi pubblici “io” Il Comune sbarca sull'app dei servizi pubblici “io” Il vicesindaco Acito: “Prosegue il processo di innovazione"
Cantieri pubblici, mappa interattiva del Comune Cantieri pubblici, mappa interattiva del Comune Una guida ai lavori in corso d’opera della città
Firmato il patto per il turismo "E-Matera" Firmato il patto per il turismo "E-Matera" Per valorizzare il patrimonio in un'ottica sostenibile
Matera presenta i “Monumentali racconti” Matera presenta i “Monumentali racconti” Un progetto di arte pubblica per trasmettere la memoria della città
Certificati anagrafici, da oggi si può al pc o con app Certificati anagrafici, da oggi si può al pc o con app Primo passo per i nuovi servizi ai cittadini
Copia della Costituzione e bandiera per i nuovi italiani Copia della Costituzione e bandiera per i nuovi italiani Il benvenuto ai nuovi residenti che giurano a Matera
Il Comune cerca due dirigenti Il Comune cerca due dirigenti Per coprire i settori Opere pubbliche e Manutenzione urbana
Da spazi vuoti a realtà culturali e sociali Da spazi vuoti a realtà culturali e sociali Il Comune aderisce al network della “Fondazione Riusiamo l’Italia”.
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.