Esultanza di Lauria
Esultanza di Lauria
Calcio

Un Matera pimpante e senza punte supera il Taranto

Il nuovo modulo, con nuovi interpreti, premia il neo tecnico Toma. Il 2-1è stretto per i biancazzurri

Un Matera tirato a lustro dal nuovo tecnico Antonio Toma da spettacolo per buona parte del primo tempo. Poi nella ripresa la reazione dei rossoblu, che schierano anche quattro punte, ma i biancazzurri reggono e sfiorano più volte il colpo del ko.

Una gara di quelle difficili, sentite dalla piazza calcistica materana, ma soprattutto importantissima per la classifica, per non perdere il treno di testa, dove è ancora la Marcianise a condurre le danze. Restare in contatto è fondamentale in questo momento transitorio, con Toma che ancora deve definire la sua squadra, deve plasmarla al meglio e ha bisogno di tempo e allenamenti per perfezionarla.

Ma qualcosa già nella gara odierna si è vista. Partenza con il 4-2-4 per il Matera, marchio di fabbrica del nuovo allenatore, ma con un quartetto d'attacco atipico. Oliveira, Todino, Lauria e Pagliarini. Due esterni molto alti e due fantasisti, o seconde punte, quindi senza ariete. Fuori Girardi per infortunio, mentre Majella e Sy si accomodano in panchina. Il secondo entrerà nel corso dell'incontro, ma si rivelerà ancora una volta poco confacente alle qualità richieste per il suo ruolo. Dietro conferma per Bifulco, mentre va dentro Ciano al fianco di Fernandez, Pino e Bassini i terzini. A centrocampo Roselli fa coppia con Tundo.

Gara che inizia immediatamente bene per i biancazzurri, che attaccano con decisione la tre quarti avversaria.Ci provano Lauria e Todino, con poca fortuna, mentre Oliveira prova a carburare, inizialmente con poca fortuna. Poi, però, è proprio un guizzo del brasiliano al 22' a cambiare l'inerzia dell'incontro. Bellissimo lancio di Bassini, che scavalca tutta la difesa ospite, si incunea il migliore in campo Pagliarini, che anticipa nettamente Marani in uscita, ma si allarga. Prende però la decisione migliore, palla verso il centro per l'accorrente Oliveira, che allunga il destro per spingere la palla in rete, 1-0 per il Matera. I biancazzurri continuano a spingere e al 38' è ancora Oliveira il protagonista. L'ala materana spinge sulla fascia e viene atterrata. Punizione da sinistra di Lauria che pennella come al solito verso il centro, dove interviene, in anticipo sul secondo palo il giovanissimo Pino, che stacca in modo perentorio e sigla il 2-0.

Alla ripresa delle ostilità le emozioni aumentano. Il Taranto si lancia alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita, ma il Matera in contropiede prova ad essere micidiale. Al 3' ci prova Molinari prima e Ancora poi, una parta di Bifulco e poi la palla è out. All'8' la migliore occasione è di Lauria, che supera anche il portiere ospite prima di calciare a lato da buona posizione. Al 12' il cross di Mogoni viene girato di testa da Carloto, palla di poco a lato. Al 13' capovolgimento di fronte con Pagliarini che, servito da Todino, parte quasi da centrocampo e va fino in fondo, rientra sul sinistro e prova un tiro a giro, bella la risposta di Marani che salva il risultato.

Al 20' arriva il 2-1 del Taranto. Il nuovo entrato Clemente conquista una punizione dai venti metri e calcia a modo suo. Lo specialista del Taranto pesca l'angolo più lontano, dove Bifulco non può arrivare. Al 22' è Pagliarini show. Il laterale biancazzurro supera due avversari, entra in area, ma calcia sui piedi di Marani in uscita, la palla resta li, ma Todino viene contratto da un difensore al momento del tiro, palla ancora per il Matera sui piedi di Lauria, che sceglie l'assist per Roselli, che dal limite dell'area, però calcia su un difensore avversario e l'azione sfuma. Al 36' ci prova anche Sorrentino sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma Marani para facilmente sul primo palo. Al 38' episodio dubbio in area del Matera, con Migliaccio che tocca con un braccio una palla calciata da distanza ravvicinata da un avversario, l'arbitro decide di far proseguire. Poi, sino al 49' (per effetto dei 4' di recupero), solo nervosismo in campo, con il Taranto che perde la testa e per tre volte rischia di restare in dieci. L'arbitro decide ogni volta di sorvolare scegliendo il cartellino giallo e la gara va in archivio.

Il Matera conquista quindi tre punti importantissimi e si attesta al secondo posto in classifica, a soli 2 punti dalla Marcianise, fermata dal Gladiator sul 2-2. Punti preziosi soprattutto perché lasciano indietro proprio il Taranto, diretta concorrente, mentre il Monospolis si arrende a Francavilla. Ora bisognerà insistere con l'assorbimento del metodo e del modulo Toma per continuare a regalare soddisfazioni al numeroso pubblico che anche oggi ha trascinato la squadra.

MATERA - TARANTO 2-1

MATERA: Bifulco, Pino, Bassini, Ciano, Fernandez, Roselli, Pagliarini, Tundo, Oliveira (14' st Sorrentino), Todino (33' st Migliaccio), Lauria (29' st Sy). A disposizione: Spilabotte, Sbardella, Giorgino, Orlando, Majella. Allenatore: Toma
TARANTO: Marani, Pulci (29' st Balistreri), Caiazzo, Menicozzo (1' st Vivacqua), Miale, Carloto, Ciarcià, Migoni, Molinari, Mignogna, Ancora (10' st Clemente). A disposizione: Masserano, Russo, Fonzino, Mawana, Caruso, Riccio. Allenatore: Papagni
ARBITRO: Davide Andreani di Forlì (assistenti: Alessandro D'Alonso e Thomas Ruggieri di Pescara)
RETI: 22' pt Oliveira, 38' st Pino, 20' st Clemente
NOTE: ammoniti Bassini, Ciano e Pagliarini del Matera, Manicozzo, Ciarcià, Molinari e Mignogna del Taranto. Recupero 3' pt e 4' st. Spettatori 2600 circa.

Marcianise 24
Matera 22
Monospolis 20
Taranto 19
Brindisi 19
Turris Neapolis 18
Francavilla 17
Manfredonia 16
Real Sm Hyria 15
Mariano Keller 14
Gelbison 13
S. Felice Gladiator 12
Bisceglie 12
Puteolana Internapoli 10
Grottaglie 10
San Severo 9
Real Metapontino 8

Nardò escluso dal campionato (per 4 rinunce)
Penalizzazioni: Gladiator e Brindisi – 1; Puteolana Internapoli – 2.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.