musma
musma
Mostre fotografiche

Aurelio Amendola per il MUSMA

sabato 30 giugno 2018 fino a domenica 21 ottobre
Ventiquattro scatti fotografici delle opere esposte presso il Museo della Scultura di Matera, accompagnate da ventidue ritratti raffiguranti gli artisti che le hanno realizzate.
Foto, opere e artisti: questa in sintesi la mostra dedicata dal Musma ad Aurelio Amendola, noto fotografo pistoiese, famoso nel mondo per aver fotografato le più importanti sculture ed opere d'arte, nonché per i suoi ritratti fotografici ad artisti del calibro di Warhol, Burri, Lichtenstein, De Chirico.
Adesso Amendola si cimenta in un excursus fotografico che va da Jannis Kounellis a Pericle Fazzini, da Luigi Ontani a Carla Accardi, da Giosetta Fioroni a Marino Marini, tutti immortalati dal fotografo toscano in immagini esposte all'interno di Palazzo Pomarici, insieme alle loro opere scultorie che il Musma si pregia di ospitare.
Nei ritratti degli artisti, Amendola è riuscito a catturare il carattere di ciascuno, immortalandoli nelle pose più disparate, dal poetico Fausto Melotti, all'eccentrico Antonio Recalcati, fino al tenebroso Giacomo Manzù e al sognante Igor Mitoraj. Senza dimenticare che -come sottolinea il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri- i lavori di Amendola hanno trovato la loro naturale collocazione all'interno di Palazzo Pomarici, poiché l'atmosfera degli ipogei e delle pareti tufacee rappresentano la giusta cornice per dare all'opera del fotografo toscano maggiore potere comunicativo ed espressivo.
La mostra si è inaugurata il 30 giugno e sarà visitabile fino al 21 ottobre.
    Prossimi eventi a Matera
    Arriva il “Matera sport film festival” Dal 22 novembre Arriva il “Matera sport film festival”
    Shame lab, atto finale ven 23 novembre Shame lab, atto finale
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.