Nucleare, aree idonee della Basilicata
Nucleare, aree idonee della Basilicata
Territorio

Deposito nucleare, convocare i consigli comunali in Basilicata e Puglia

L'associazione "ScanZiamo le Scorie" sollecita gli enti locali

Resta alta la guardia per il deposito nucleare nazionale. L'associazione di Scanzano "ScanZiamo le Scorie" invita i consigli comunali a deliberare atti formali.

"Chiediamo ai Municipi della Basilicata e della Puglia di convocarsi entro il mese di giugno con consigli comunali aperti alla partecipazione dei cittadini nelle forme più opportune. L'obbiettivo è di adottare e presentare le osservazioni oltre ad esprimersi contro al Deposito delle scorie nucleari nella nostra regione", dichiara Donato Nardiello, presidente dell'associazione nata nel 2003 per impedire la realizzazione del deposito nazionale a Scanzano.

L'emergenza sanitaria ha compromesso la possibilità di svolgere un dibattito adeguato e trasparente sia per diffondere la conoscenza sulla procedura per l'individuazione delle aree sulle quali verrà realizzato il Deposito che per informare le popolazioni sui pericoli, i rischi e gli impatti che l'opera potrebbe comportare sull'ambiente, la salute e l'economia locale.

"Ricordiamo - continua il presidente dell'associazione - che le aree potenzialmente idonee individuate per smaltire le scorie nucleari in Basilicata e Puglia sono 17 e si trovano nei comuni di: Genzano, Oppido Lucano, Acerenza, Irsina, Matera, Montescaglioso, Bernalda, Montalbano Jonico, Altamura, Laterza e Gravina. Entro il 5 luglio, gli enti Locali e i cittadini/soggetti interessati possono presentare osservazioni per tutelare il territorio regionale, contribuendo ad evitare che diventi una discarica nucleare. Per tali ragioni ScanZiamo le Scorie lancia una campagna di sensibilizzazione affinché i cittadini possano essere partecipi, coinvolti ed informati attraverso i consigli comunali. Abbiamo chiesto formalmente di sostenere l'iniziativa ai rappresentanti dei Municipi, ad ANCI Basilicata e Puglia. Inoltre, per i cittadini e le Associazioni che vogliono mobilitarsi in difesa del loro territorio, abbiamo predisposto anche un modulo di richiesta per la convocazione da inviare ai rappresentanti comunali che può essere scaricato dal sito www.scanziamolescorie.eu/documenti/e sui nostri social.

"Siamo fiduciosi - conclude Jacopo Sabato, responsabile della campagna - che cosi come nelle "giornate di Scanzano" del 2003, con la partecipazione dei cittadini alle scelte del proprio futuro riusciremo a respingere le nuove ipotesi di costruire un deposito di scorie sui nostri territori".
  • Deposito nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito scorie, Matera ribadisce il proprio “NO” Deposito scorie, Matera ribadisce il proprio “NO” Il sindaco Bennardi ribadisce la contrarietà alle ipotesi della Sogin
Deposito nucleare, la Regione ribadisce il dissenso Deposito nucleare, la Regione ribadisce il dissenso Assessore Acito: "Massima attenzione sulla carta delle aree idonee"
Deposito nucleare, nessuna risposta alle osservazioni Deposito nucleare, nessuna risposta alle osservazioni La delusione dell'associazione "ScanZiamo le scorie": la guardia resta alta
Deposito nucleare, è pronta la carta nazionale delle aree idonee Deposito nucleare, è pronta la carta nazionale delle aree idonee Incertezza per i 5 siti scelti a Matera. La Regione Basilicata conferma il "no"
Deposito nucleare: pubblicati gli atti del seminario nazionale Deposito nucleare: pubblicati gli atti del seminario nazionale Inizia la seconda fase della consultazione pubblica
Seminario deposito scorie, sessione per Puglia e Basilicata Seminario deposito scorie, sessione per Puglia e Basilicata Le due regioni chiamate ad esporre le osservazioni
Rifiuti radioattivi, iniziati gli incontri sul deposito nazionale Rifiuti radioattivi, iniziati gli incontri sul deposito nazionale Ad ottobre è prevista la sessione per Basilicata e Puglia
M5S ribadisce il No al deposito scorie in Basilicata M5S ribadisce il No al deposito scorie in Basilicata Sottoscritte le osservazioni per impedire realizzazione in terra lucana
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.