centro nucleare
centro nucleare
Enti locali

Deposito nucleare, primo via libera alla proroga

Ci sarà più tempo per presentare le osservazioni

Le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno approvato un emendamento al decreto Milleproroghe che concede una dilatazione dei tempi (180 giorni, anziché 60) per le osservazioni che i Comuni, tra cui Matera, dovranno presentare nella consultazione avviata dopo la pubblicazione della Cnapi, la Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee a ospitare il Deposito Nazionale e Parco Tecnologico.

Il seminario nazionale, preliminare all'adozione della nuova carta, si svolgerà invece dopo 240 giorni, anziché dopo 120.

Si tratta di un primo via libera alla proroga richiesta dagli 11 sindaci dei Comuni della Puglia e della Basilicata in cui ricadono i siti individuati nella carta nazionale. L'emendamento deve essere confermato dal voto dell'Aula della Camera dei deputati. In ogni caso, la strada è tracciata verso il buon esito.

"Ora non si perda ulteriore tempo - commenta il sindaco Domenico Bennardi - si porti avanti quella cabina di regia tra Regione Basilicata e Puglia, col massimo confronto dei Comuni, delle Università e degli Enti di ricerca per delle osservazioni che possano evitare di avare nel nostro territorio bellissimo e fragile il deposito di scorie. La Basilicata ha già dato, la nostra visione rimane quella della sostenibilità ambientale".

Intanto le iniziative vanno avanti. Il 28 febbraio è indetta una mobilitazione in sei città, tra cui Matera.
  • Deposito nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, Regione convoca Comuni Deposito nucleare, Regione convoca Comuni Una videoconferenza per illustrare i contenuti del documento con le osservazioni
No scorie: mobilitazione contro la realizzazione del deposito nucleare domenica 28 febbraio No scorie: mobilitazione contro la realizzazione del deposito nucleare
Nucleare: i siti indicati a Matera sono in aree di valore storico e archeologico Nucleare: i siti indicati a Matera sono in aree di valore storico e archeologico Le valutazioni del Dipartimento ambiente della Regione
Deposito nucleare, stringono i tempi per presentare le osservazioni Deposito nucleare, stringono i tempi per presentare le osservazioni Ribadito ancora una volta il "no" ma ora serve concretizzare gli atti
Una scultura per dire no al deposito nucleare Una scultura per dire no al deposito nucleare L’opera consegnata dagli artisti De Pace e Scozzafava al sindaco Bennardi
Nucleare: la Regione prepara le carte Nucleare: la Regione prepara le carte Per contrastare la localizzazione del deposito. Ecco la mappa di Matera
I giovani della politica uniti contro il nucleare I giovani della politica uniti contro il nucleare Da destra a sinistra, tutti insieme per dire no al deposito nazionale
Deposito scorie Nucleari: “Perché a Matera?” Deposito scorie Nucleari: “Perché a Matera?” Ad interrogarsi e l’associazione Slow Food materana
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.