Rifiuti
Rifiuti
Vita di città

L’Amministrazione Comunale ha deciso le aliquote TARI per l’anno 2017

Stabilite anche il numero di rate e le scadenze di versamento

Con la Delibera di Giunta Comunale n. 94 L'Amministrazione ha determinato le tariffe TARI e il numero di rate e scadenze di versamento per l'anno 2017.

È importante ricordare che con l'articolo 1, commi 639 e seguenti della Legge 27 dicembre 2013, n.147, (c.d. Legge di stabilità) è stato istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l'imposta unica comunale (IUC) composta dall'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, e da una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI) e nella tassa sui rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ferma restando la soppressione di tutti i prelievi relativi alla gestione dei rifiuti urbani, sia di natura patrimoniale sia di natura tributaria, compresa l'addizionale per l'integrazione dei bilanci degli enti comunali di assistenza.

Mentre con gli artt. 1 e 2 del Decreto Legge 06 marzo 2014, n. 16, convertito in Legge 02 maggio 2014, n. 68, la Legge n. 208/2015 e la Legge n. 125/2015, sono state apportate modifiche alla norma istitutiva della TARI.
In virtù delle predette disposizioni, con decorrenza dal 1° gennaio 2014, cessa di avere applicazione nel Comune di Matera:
- la TARES (Tassa per lo smaltimento dei rifiuti e dei servizi indivisibili di cui all'art.14 del decreto legge 06 dicembre 2011, n° 201 convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.214);
come pure resta confermata la soppressione del:
- (5%) ADDIZIONALE ex-ECA (con art. 3, commi 24 ss., della legge n. 549/1995 è stata devoluta ai Comuni a copertura dei maggiori oneri sostenuti per lo smaltimento rifiuti a seguito della contestuale istituzione del tributo speciale per il conferimento in discarica)
- (5%) MAGGIORAZIONE ADDIZIONALE ex-ECA (con art. 3, commi 24 ss., della legge n. 549/1995, è stata devoluta ai Comuni a copertura dei maggiori oneri sostenuti per lo smaltimento rifiuti a seguito della contestuale istituzione del tributo speciale per il conferimento in discarica)

La TARI è destinata a finanziare integralmente i costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento delle tariffe stabilite secondo il metodo normalizzato di cui al D.P.R. n. 158/1999, ricomprendendo anche i costi di cui all'art.15 del decreto legislativo 13 gennaio 2003, n.16, ad esclusione dei costi relativi ai rifiuti speciali al cui smaltimento provvedono a proprie spese i relativi produttori comprovandone l'avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente.

L'Amministrazione Comunale ha deciso, infine di ripartire i costi fissi e variabili di cui al PEF succitato, tra utenze domestiche e non domestiche , come segue:
- 55 % a carico delle utenze domestiche;
- 45 % a carico delle utenze non domestiche;
Ha definito per l'anno 2017 le seguenti rate e scadenze di versamento e modalità di versamento:
- 1^ rata in acconto scadenza 31 agosto 2017
- 2^ rata in acconto scadenza 30 settembre 2017
- 3^ rata in acconto scadenza 31 ottobre 2017
- 4^ rata in acconto scadenza 30 novembre 2017
- 5^ rata a saldo scadenza 31 dicembre 2017
Con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il mese di agosto 2017.

I pagamenti potranno essere effettuati a mezzo F24, secondo le disposizioni di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, nonché utilizzando apposito bollettino di conto corrente postale di cui al comma 688 dell'articolo 1 della legge n. 147, del 2013, ovvero tramite le altre modalità di pagamento messe a disposizione offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali.
  • Tari
  • Raccolta rifiuti
Altri contenuti a tema
Emergenza coronavirus, contributo una tantum ai professionisti Emergenza coronavirus, contributo una tantum ai professionisti Da parte della Regione. E fondi ai Comuni per mancato introito della Tari
Tari, De Bonis: “cattiva gestione rifiuti a Matera” Tari, De Bonis: “cattiva gestione rifiuti a Matera” “Non è giusto che a rimetterci siano i cittadini”- ha dichiarato il senatore ex Cinque Stelle
Problemi per i rifiuti, via libera agli ecocentri Problemi per i rifiuti, via libera agli ecocentri Il sindaco De Ruggieri firma l’ordinanza di apertura
Disservizi per i rifiuti, il Comune di Matera si difende Disservizi per i rifiuti, il Comune di Matera si difende Il centrodestra accusa l'amministrazione di provocare ritardi
Rifiuti a Matera e in provincia, sta per iniziare "rivoluzione" del porta-a-porta Rifiuti a Matera e in provincia, sta per iniziare "rivoluzione" del porta-a-porta Si parte con una campagna di comunicazione
Raccolta rifiuti, in attesa del passaggio di gestione Raccolta rifiuti, in attesa del passaggio di gestione Aggiornamento: serve ulteriore proroga sino all'8 dicembre
La raccolta differenziata porta a porta partirà il 31 ottobre La raccolta differenziata porta a porta partirà il 31 ottobre Matera ed altri Comuni hanno firmato il contratto con la ditta Cns di Bologna
Rifiuti Matera, Acito (FI) chiede commissariamento Rifiuti Matera, Acito (FI) chiede commissariamento Per il servizio di raccolta differenziata in città e provincia
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.