Consiglio comunale
Consiglio comunale
Politica

La sfiducia non ha i numeri

De Ruggieri dritto per la sua strada, supera la prova consiglio comunale

De Ruggieri non ci sente da quell'orecchio. Il sindaco di Matera non vuole sentir parlare di inciuci o ribaltone. La sua nuova giunta è frutto di un lavoro condiviso e di quel "Governo di Unita Municipale", come ama definirlo il primo cittadino, sancito più di un anno fa.
Il sindaco di Matera ha rimandato al mittente le accuse di aver tradito la volontà popolare, ribadendo che l'interesse supremo rimane il bene comune della città, in previsione della Capitale Europea della Cultura 2019.
"Si continua a parlare di ribaltone, inciucio, tradimento- ha dichiarato De Ruggieri, in occasione della prima uscita pubblica della nuova giunta in consiglio comunale- ma questo nuovo esecutivo, non è altro che la continuazione del governo che è stato formalizzato circa 12 mesi fa. I localismi non devono intralciare il disegno superiore della capitale europea della cultura 2019".
Il primo cittadino si dice certo di essersi incamminato sulla giusta strada, citando a supporto di ciò, i complimenti ricevuti, in occasione della sua visita a Matera, dal Ministro Di Maio sulle nuove tecnologie rappresentate dal progetto 5g; oppure la visita alla città dei Sassi del console di San Francisco, prevista per il 2 agosto prossimo. E ancora il progetto del Cnr (Centro Nazionale di Ricerca) di realizzare a San Rocco un presidio scientifico sulla Metrologia e sulla fisica quantistica.
Insomma, "Il tempo è galantuomo, i risultati arriveranno"- ha detto De Ruggieri a chi assisteva alla massima assise comunale.
Parole che però non hanno convinto gli esponenti dell'opposizione, che in nove hanno presentato una mozione di sfiducia, bocciata per mancanza di numeri.
    © 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.