Peep L'Arco, verso l'edilizia convenzionata
Peep L'Arco, verso l'edilizia convenzionata
Politica

Peep L'Arco verso l'edilizia convenzionata

La Giunta approva gli indirizzi di gara per la cessione dei terreni

Edilizia convenzionata a Matera. La giunta comunale si pronuncia sull'assegnazione dei terreni non ancora assegnati del Peep L'Arco e delinea gli indirizzi di gara per la cessione dell'area, di proprietà comunale, alle imprese.

Ripercorrendo brevemente le tappe, la zona de L'Arco rientra in un quadro più ampio di edilizia residenziale pubblica che comprende anche i Peep (Piani di Edilizia Economica e Popolare) di San Giacomo II e via Gravina. Si tratta di varianti al piano urbanistico approvate nel 2010 dalla Giunta e nel 2011 dal Consiglio comunale. La decisione è stata giustificata all'epoca con la notevole richiesta, mai soddisfatta, di alloggi di edilizia pubblica nella città dei Sassi. A tal fine, anche la Regione Basilicata si è resa disponibile a destinare contributi a fondo perduto sia all'edilizia agevolata che all'edilizia convenzionata. Così, nel Giugno 2011, si è provveduto all'approvazione dell'avviso pubblico per la selezione di cooperative edilizie finalizzata all'assegnazione dei lotti inclusi nelle aree di San Giacomo II e via Gravina per la realizzazione della sola edilizia agevolata.

L'amministrazione ritiene ora doveroso destinare all'edilizia convenzionata i restanti terreni appartenenti a L'Arco, i lotti B e C di circa 2.500 mq di estensione, e formula gli indirizzi di gara per la predisposizione del bando. In primis il Comune definisce il prezzo per la cessione dell'area alle imprese edilizie a 59 euro a mc. Prezzo che dovrà salire a 1.202 euro a mq per la cessione degli alloggi da parte della ditta aggiudicataria agli aventi diritto.

La partecipazione al bando sarà riservata alle imprese edili in possesso dell'apposita qualificazione giuridica e che abbiano maturato una specifica esperienza nel settore dell'edilizia residenziale pubblica.

Un occhio di riguardo, inoltre, alla tutela dell'ambiente e al risparmio energetico. La Giunta, infatti, richiede di prevedere la realizzazione di edifici di qualità con impiego di materiali ecologici seguendo le tecniche costruttive della bio-edilizia; l'adozione di soluzioni energetiche atte a contenere i consumi e le prestazioni degli edifici; minimizzare i livelli sonori; impiegare forme di energie rinnovabili non inquinanti; raggiungere un efficiente livello di classe energetica, la classe B.
Fra tutte le ditte partecipanti e regolarmente ammesse alla gara sarà formulata la graduatoria secondo il criterio del sorteggio.
Peep L'Arco, verso l'edilizia convenzionata
Edilizia convenzionata

L'edilizia convenzionata, viene attuata da operatori privati (imprese di costruzione, cooperative) che si convenzionano col Comune accordandosi soprattutto sul prezzo di cessione (o affitto) degli alloggi da realizzare. È principalmente presente nell'ambito delle lottizzazioni private, in cui i soggetti che realizzano le abitazioni devono spesso sopportare anche gli oneri economici per le opere di urbanizzazione necessarie nella zona.

Edilizia agevolata

In questa forma di aiuto, lo Stato interviene favorendo la costruzione di alloggi da destinare a prima abitazione. Vengono messi a disposizione una certa quantità di contributi destinati alle singole famiglie, in misura proporzionale al reddito, in conto interessi e a fondo perduto. In pratica lo Stato concede alle famiglie che acquistano la prima casa un mutuo agevolato facendo si che una quota degli interessi siano a carico dello Stato.
In questo tipo di intervento sono le imprese di costruzione a richiedere direttamente i finanziamenti alle Regioni o agli enti locali. Pertanto per accedere a tale tipo di finanziamento è necessario rivolgersi direttamente agli operatori. È possibile rivolgersi ai comuni per avere informazioni sui programmi ammessi ai finanziamenti agevolati, competente è il servizio espropri e Peep del comune.
  • Peep Arco
  • Edilizia
Altri contenuti a tema
Case Peep, nuovi criteri per la vendita Case Peep, nuovi criteri per la vendita La giunta toglie i vincoli per la cessione degli immobili delle aree di edilizia economica e popolare
“Edilizia sociale, un programma innovativo e trasparente” “Edilizia sociale, un programma innovativo e trasparente” I chiarimenti dell’assessore a Città Territorio rispetto alle osservazioni dei sindacati degli inquilini
Edilizia sociale, alloggi pronti per assegnazione in locazione Edilizia sociale, alloggi pronti per assegnazione in locazione Il sindaco Bennardi: “Un programma che attenua la disuguaglianza abitativa”
Edilizia, per emergenza Covid aggiornate le tariffe Edilizia, per emergenza Covid aggiornate le tariffe Per la realizzazione delle opere pubbliche
Edilizia: a Matera si fa il punto sul degrado del patrimonio Edilizia: a Matera si fa il punto sul degrado del patrimonio Due giorni di studi e relazioni sul problema dell'umidità nelle costruzioni
Edilizia bioclimatica al Borgo La Martella Edilizia bioclimatica al Borgo La Martella Affidati i lavori di completamento
Peep L’Arco, “a cosa serve L'ATER se non può costruire alloggi?” Peep L’Arco, “a cosa serve L'ATER se non può costruire alloggi?” I dubbi del consigliere pentastellato Materdomini
3,5 milioni per l'Edilizia Pubblica Residenziale? 3,5 milioni per l'Edilizia Pubblica Residenziale? "Appena una goccia nel deserto" per il consigliere regionale Paolo Castelluccio
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.