Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Più di 3 milioni di euro per scuole e Comuni

La Commissione regionale approva il piano per il diritto allo studio 2014/2015

Approvato il Piano regionale per il diritto allo studio per l'anno scolastico 2014/2015, stanziati circa 3 milioni e 300 mila euro per i Comuni e le scuole. Il provvedimento passa ora all'esame del Consiglio regionale per l'approvazione definitiva.

La decisione è stata presa con parere favorevole a maggioranza questo pomeriggio nel corso della riunione della quarta Commissione permanente del Consiglio regionale (Politica sociale). Favorevoli al provvedimento il presidente dell'organismo Bradascio (Pp) e i consiglieri Polese e Spada (Pd), Pietrantuono (Psi) e Pace (Gm); astenuti Leggieri (M5s), Romaniello (Gm), Rosa (Lb-Fdi) e Mollica (Udc).

Prima della votazione il provvedimento è stato illustrato da Assunta Palamone e Donata Bochicchio, dell'Ufficio Sistema scolastico e universitario della Regione. I fondi stanziati dal Piano sono destinati ai Comuni e alle scuole per i servizi di mensa e trasporto, per la convittualità degli studenti, per i centri rurali di raccolta e per la partecipazione alla spesa per i libri di testo. Previsti inoltre finanziamenti per far fronte a situazioni impreviste ed eccezionali (sostegno a progetti di ristrutturazione legati ai servizi di mensa e trasporto, acquisto di arredi e sussidi didattici, interventi integrativi per favorire l'inserimento di alunni disabili o che si trovano in particolari situazioni di disagio economico). Nel breve dibattito che è seguito Mollica ha chiesto di incentivare nelle mense scolastiche l'utilizzo dei prodotti biologici e locali, così come previsto da una legge regionale, mentre Rosa ha chiesto di verificare l'impatto delle nuove disposizioni sull'Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) sul costo dei servizi di mensa per le famiglie. Romaniello ha inoltre annunciato la presentazione di un emendamento per portare il contributo minimo per la residenza in convitto da 600 a 800 euro e quello massimo da 1.000 a 1.200 euro.

Palamone e Bochicchio hanno illustrato anche un altro provvedimento della Giunta, che riguarda i criteri e le modalità per attuare gli interventi di sostegno al funzionamento delle scuole paritarie dell'infanzia previsti dalla legge regionale n. 1/2007. Per l'anno scolastico 2013/2014 è previsto uno stanziamento di circa 600 mila euro. Su questo provvedimento la Commissione ha programmato altre audizioni.
  • Scuola
  • Piano per il diritto allo studio 2014/2015
Altri contenuti a tema
Movimento 5 stelle lancia sondaggio su dispersione scolastica Movimento 5 stelle lancia sondaggio su dispersione scolastica Una indagine on line per valutare il fenomeno
Didattica a distanza, non tutte le famiglie possono partecipare Didattica a distanza, non tutte le famiglie possono partecipare Comune fa appello per regalare connessioni internet e giga
Coronavirus, scuole e università ferme in tutta Italia fino al 15 marzo Coronavirus, scuole e università ferme in tutta Italia fino al 15 marzo La decisione del Governo. Sospese le attività didattiche
Gli studenti lucani preferiscono i licei Gli studenti lucani preferiscono i licei Calano ancora i professionali
Ordine architetti: "Condividere le scelte urbanistiche" Ordine architetti: "Condividere le scelte urbanistiche" Intervento sulla scuola "Nitti" e sulla pianificazione
"La scuola di Serra Venerdì non sarà demolita" "La scuola di Serra Venerdì non sarà demolita" Rassicurazioni del sindaco dopo alcuni equivoci
"Scuola Nitti da tutelare per il suo valore architettonico" "Scuola Nitti da tutelare per il suo valore architettonico" Nota del consigliere regionale Vincenzo Acito di Forza Italia
Al liceo Dante Alighieri ci sono “ragazzi con il cuore” Al liceo Dante Alighieri ci sono “ragazzi con il cuore” Un progetto per avviare gli studenti alle pratiche di primo soccorso
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.