Presentazione
Presentazione
Ospedale e sanità

Presentate le linee guida del Piano sanitario regionale

Regione chiede suggerimenti e partecipazione. Sindacati insoddisfatti: "Ci sono solo dati"

Presso l'ospedale San Carlo di Potenza ieri sono state presentate le linee guida per la stesura del nuovo Piano sanitario della Regione Basilicata, con gli obiettivi di ottimizzare i servizi presenti sul territorio, creare nuove opportunità e potenziare le strutture. L'incontro, convocato dal presidente della giunta Vito Bardi e dall'assessore alle politiche della persona Francesco Fanelli, ha visto la partecipazione degli ordini dei medici di Potenza e Matera, dei farmacisti, degli infermieri, dei sindaci, dei sindacati, dei direttori delle aziende sanitarie del territorio e dei rappresentanti delle strutture private accreditate.

Nel corso della giornata è stata fornita un'attenta analisi dei dati relativi alla sanità lucana, presentata dal direttore generale di Agenas, Domenico Mantoan. Alcuni dei temi presentati sono la situazione della rete oncologica territoriale, i fabbisogni e la mobilità regionale, la rete dell'emergenza-urgenza e quelle delle cure palliative, della riabilitazione, dei punti nascita e dell'assistenza territoriale. La Regione ha auspicato "una grande partecipazione e contributi sostanziali che tengano sempre ben presente i cittadini e le garanzie di cura ad essi destinati''.

Il primo riscontro dei sindacati è all'insegna dell'insoddisfazione. Come dichiarato dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Summa, Vincenzo Cavallo e Vincenzo Tortorelli, 'il documento tecnico sul Piano sanitario, analogamente a quello presentato dalla stessa Agenas a settembre 2021, è ancora un mera raccolta e analisi di dati riaggiornati al 2022 - hanno detto - priva di una linea progettuale sul sistema sanitario regionale. Neppure un embrione di un piano per il rilancio della sanità lucana, che consenta il superamento delle criticità messe a nudo dalla pandemia e che preveda il rafforzamento della medicina del territorio, la rivisitazione della rete ospedaliera, il rilancio dell'assistenza socio-sanitaria. Siamo ancora ai preliminari - hanno aggiunto - di quella che dovrebbe essere una piattaforma delle linee e degli interventi necessari per una inversione di tendenza e per consentire la piena fruizione nella nostra regione di un diritto fondamentale come quello alla salute".

Le tre sigle sindacali si sono dichiarate ''indisponibili a svolgere il ruolo dei ratificatori ex post'' e hanno ribadito "la necessità che le parti sociali partecipino attivamente alla costruzione del massimo strumento di programmazione sanitaria per rafforzare l'offerta sanitaria, socio sanitaria e socio assistenziale della Basilicata".
  • Sanità
Altri contenuti a tema
ASM: ripristinati i sistemi sanitari telematici dopo gli attacchi hacker ASM: ripristinati i sistemi sanitari telematici dopo gli attacchi hacker Quasi due settimane di lavoro dell'Agenzia per la sicurezza nazionale
Bambini con bisogni speciali, protesta dei genitori Bambini con bisogni speciali, protesta dei genitori Interrogazione di Cifarelli in Consiglio regionale
Sanità: attacco hacker ai sistemi informatici, violati i dati personali Sanità: attacco hacker ai sistemi informatici, violati i dati personali La comunicazione della Regione Basilicata
Donazione di organi: salvate le vite di quattro persone Donazione di organi: salvate le vite di quattro persone Grazie alla famiglia di una donna calabrese, morta in ospedale
Pd: "In Basilicata la sanità peggiore d'Italia" Pd: "In Basilicata la sanità peggiore d'Italia" I trasferimenti di pazienti in altri regioni costano 83 milioni di euro
Attivati nuovi servizi digitali per la sanità lucana Attivati nuovi servizi digitali per la sanità lucana Prenotazioni, fascicolo elettronico e campagne di prevenzione
Radioprotezione in attività sanitarie e di ricerca scientifica Radioprotezione in attività sanitarie e di ricerca scientifica La Regione ha approvato un disegno di legge
Sanità: il piano operativo per la medicina territoriale Sanità: il piano operativo per la medicina territoriale In Basilicata inizia la realizzazione di case di comunità
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.