Prefetto Antonella Bellomo
Prefetto Antonella Bellomo
Scuola e Lavoro

Si torna a parlare a voce alta di sicurezza per le imprese

Questa volta ad essere investito della questione il prefetto di Matera, Antonella Bellomo

Che il problema sicurezza sia una questione che sta a cuore a tanti è cosa risaputa, soprattutto in regioni come quelle del Sud dove si avverte maggiormente questo bisogno. Che sia la disperazione, la mancanza di un lavoro o la volontà personale di scegliere la via più breve e facile per trovare reddito, a discapito della Legge, resta il fatto che allo Stato si chiede sempre una maggiore incisività nel territorio ed una presenza più marcata di uomini e mezzi. Esiste una questione sicurezza nelle zone industriali della regione che non può più essere rinviata e che proprio in questi giorni sta assumendo il carattere dell'emergenza. Sono sempre più numerosi gli episodi denunciati dalle aziende.

Aziende che hanno dato voce e mandato alla Confindustria Basilicata di far sentire la propria voce.
Voce che non è tardata nel rivolgersi alle Istituzioni, e per la precisione si è rivolta a sua eccellenza il prefetto di Matera, Antonella Bellomo, per sottoporre alla sua attenzione l'allarme che arriva da parte di alcune associate, in particolare quelle insediate in Val Basento, con la proposta di alcune possibili misure da adottare per garantire maggiore sicurezza nelle zone dove sono ubicati i principali insediamenti industriali. A preoccupare particolarmente sono i frequenti casi di furto di rame registrati, come testimonia anche la cronaca quotidiana. Oltre agli evidenti danni economici che ne derivano alle non può essere sottovalutato il rischio di un'azione maldestra che potrebbe portare alla sospensione dell'erogazione elettrica alle aziende. Nell'ultimo episodio che si è verificato lo scorso sabato in Val Basento, per citare un esempio, i malviventi, nell'intento di asportare il rame a Tecnoparco, hanno tranciato un cavo alimentato in media tensione a 6.000 V e questo ha determinato la fermata immediata dei sistemi di produzione di energia elettrica e un corto circuito con principio di incendio nella cabina oggetto del tentato furto. Il sistema di sicurezza di Teconoparco, fortunatamente, si è prontamente attivato, evitando che le aziende subissero interruzione della fornitura. Con i gravissimi danni che ne sarebbero conseguiti. Si rende quindi necessario e urgente adottare le opportune misure volte a garantire maggiore sicurezza nelle zone industriali.

Sperando che questo invito e richiesta trovi rapida attuazione, non ci resta che continuare a difenderci come meglio si può dalle razzie di queste schegge impazzite, vero flagello per molte realtà industriali della regione.
  • Antonella Bellomo
Altri contenuti a tema
Tari e Tasi, il centro-sinistra chiama in causa il prefetto Tari e Tasi, il centro-sinistra chiama in causa il prefetto I segretari cittadini chiedono incontro con Bellomo
Mercato del sabato, continua decisa la protesta di Unimpresa Bat Mercato del sabato, continua decisa la protesta di Unimpresa Bat Dopo la risposta del prefetto, Montaruli scrive a Mattarella
Mercato del sabato, posizioni distanti tra Unimpresa Bat e Prefetto Mercato del sabato, posizioni distanti tra Unimpresa Bat e Prefetto Montaruli ribadisce con fermezza il prosieguo del mercato nel rione San Giacomo
Il nuovo prefetto Bellomo incontra il presidente Pittella Il nuovo prefetto Bellomo incontra il presidente Pittella Matera 2019 e strada Bradanica i primi due progetti in programma
Antonella Bellomo nuovo prefetto della provincia di Matera Antonella Bellomo nuovo prefetto della provincia di Matera Nuovo dirigente anche per la divisione Pasi della Questura di Matera
© 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.