Cercasi lavoro
Cercasi lavoro
Territorio

Supporto per la formazione e il lavoro

Nuova misura, a favore di 1600 nuclei famliari

A partire dal prossimo 1 settembre è istituita, come previsto dall'art.12 della L.85/2023, una nuova misura denominata Supporto per la Formazione ed il Lavoro, che in Basilicata si prevede coinvolgerà circa 1600 nuclei familiari. Tale misura è attivabile, al verificarsi delle condizioni previste dalla legge, per i componenti dei nuclei di età compresa tra i 18 ed i 59 anni di età, e prevede la partecipazione a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale di orientamento e di accompagnamento al lavoro, percorsi di istruzione per gli adulti, compreso la partecipazione a progetti del Servizio Civile Universale oppure a progetti di pubblica utilità. Durante la partecipazione ai programmi formativi o a lavori di pubblica utilità per un massimo di 12 mesi sarà corrisposto dall'INPS un beneficio economico di € 350,00 mensili.

Per l'attivazione di questa misura è richiesto al componente del nucleo familiare di attivarsi non solo presentando domanda all'INPS per l'accesso alla nuova prestazione ma anche tramite l'ausilio esterno (ad esempio di un patronato, etc.), di registrarsi alla piattaforma informatica nazionale denominata Sistema informativo per l'inclusione sociale e lavorativa (SIISL)) e, nelle more della convocazione dei Centri per l'Impiego per la stipula del Patto di Servizio personalizzato, di indicare almeno tre Agenzie per il lavoro. Successivamente alla sottoscrizione del Patto presso i Centri per l'Impiego il beneficiario dovrà iniziare a frequentare le attività formative, compreso quelle del Programma Nazionale per la Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL), o di politica attiva previste dal patto di servizio sottoscritto.

"La Regione Basilicata è impegnata con l'Assessore alla Formazione e Lavoro Michele Casino, la Direzione Generale Lavoro e l'ARLAB con i Centri per l'impego in uno sforzo organizzativo per assistere e mettere tutti i servizi previsti dalla norma che prevede il Supporto per la Formazione ed il Lavoro a disposizione dei componenti dei nuclei famigliari coinvolti. Inoltre il tavolo di coordinamento istituito grazie al protocollo d'intesa sottoscritto tra Regione Basilicata, Comuni Capofila degli Ambiti Territoriali, INPS, ANCI, ARLAB approvato con DGR n. 413/2023 e coordinato dall'Assessore alla Salute Francesco Fanelli, sarà uno strumento fondamentale per raccordare costantemente le azioni degli Enti chiamati ad operare per l'attuazione della misura per i servizi attributi ad ognuno, ed assistere i cittadini per l'accesso ai percorsi previsti per l'ottenimento dei benefici. La Regione, come sempre, farà la propria parte per essere vicino alle famiglie più in difficoltà", sottolinea il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.
  • Lavoro
  • Formazione
Altri contenuti a tema
Donne Cisl: in Basilicata -10% retribuzione e meno giorni di lavoro Donne Cisl: in Basilicata -10% retribuzione e meno giorni di lavoro I dati del coordinamento sindacale femminile
Bennardi annuncia: "Risolta la vertenza della CallMat" Bennardi annuncia: "Risolta la vertenza della CallMat" Gli aggiornamenti sulla questione del call center con 418 dipendenti
Vertenza Callmat, convocato tavolo di confronto con Tim a Roma Vertenza Callmat, convocato tavolo di confronto con Tim a Roma Nell'azienda materana lavorano oltre 400 persone
L'esodo dei giovani lucani è inarrestabile L'esodo dei giovani lucani è inarrestabile Le riflessioni del segretario provinciale Ugl Giordano
MerMec Ferrosud: nessun ostacolo alle nuove assunzioni MerMec Ferrosud: nessun ostacolo alle nuove assunzioni Regione, azienda e sindacati firmano nuova clausola per accordo 2023
Esuberi in CallMat: riunito il tavolo tra azienda e sindacati Esuberi in CallMat: riunito il tavolo tra azienda e sindacati Le organizzazioni dei lavoratori sono preoccupate
Concorsi scuola: pochissimi posti in Basilicata Concorsi scuola: pochissimi posti in Basilicata I dati della Uil che parla di "una vera elemosina". Sono 182 su oltre 30mila
Immigrazione: blitz contro il lavoro irregolare in salottifici Immigrazione: blitz contro il lavoro irregolare in salottifici Varie denunce da parte della Polizia. Sospese due ditte
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.