Olio d'oliva
Olio d'oliva
Territorio

Traguardo raggiunto, l'Olio lucano è Igp

L'indicazione geografica protetta è ufficialmente iscritta dall'Unione europea

La Igp (indicazione geografica protetta) "Olio Lucano" è stata iscritta nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette come da regolamento di esecuzione Ue 2020/1389 della Commissione del 28 settembre scorso.

Oggi la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea. L'area di produzione dell'Igp Olio Lucano è l'intero territorio regionale. Nella regione lucana si produce l'1,4% dell'olio italiano ed è già registrata la Dop del Vulture. Sono 27 le varietà autoctone distribuite su 28mila ettari di territorio.

''Si tratta – commenta l'assessore regionale alle politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli – di un riconoscimento che dà merito al lavoro e ai sacrifici dei tanti produttori e frantoiani che da anni hanno creduto e investito con energia per portare a termine questo percorso di qualità. Con l'Igp Olio Lucano salgono ufficialmente a diciotto i prodotti a marchio d'eccellenza della Basilicata con cinque Dop, sette Igp, quattro Doc, un Docg e un Igt. Un ulteriore successo – conclude Fanelli - che rafforza e valorizza l'identità dell'agricoltura lucana che si traduce nella fermezza e nella passione dei suoi protagonisti''.

Per il consigliere regionale di Italia viva, Luca Braia, ''ora comincia la messa in campo di ogni opportunità possibile per il nostro agroalimentare. Da parte nostra - afferma - inviteremo il ministro Teresa Bellanova alla presentazione ufficiale del marchio Olio Lucano Igp che spero in tempi brevi possa essere organizzato, sicuramente in collaborazione e sinergia con il presidente nazionale di Città dell'olio, il lucano Michele Sonnessa''.

"Un grande lavoro - aggiunge Braia - cominciato più di tre anni fa durante il mio mandato di Assessore all'Agricoltura, con gli uffici regionali, Camera di commercio, Alsia ma soprattutto con le tante aziende del consorzio proponente, con il presidente Claudio Cufino. L'orgoglio e la soddisfazione personale per questo percorso lungo ma il più opportuno per l'olio straordinario della nostra Basilicata, avendone seguito la nascita e la crescita come un "figlio dell'agricoltura lucana di eccellenza", si unisce al lavoro di miglioramento della qualità di tutta la comunità olivicola lucana intrapreso sin dal 2015, anno dell'emanazione della legge regionale, con una collaborazione sinergica tra il mondo della produzione a tutti i livelli e delle istituzioni".

"Possa questo conquistato marchio a denominazione di origine IGP - conclude Luca Braia - essere da nuovo stimolo e da volano di ripresa dell'intero comparto olivicolo e fungere da traino per il rilancio di tutto l'agroalimentare di qualità della regione, che non ha bisogno solo di assistenzialismo ma di una visione e di dinamismo imprenditoriale. Siamo, per l'agricoltura tutta, a un nuovo inizio: guai a sottovalutare la portata di questo straordinario risultato raggiunto".
  • Marchi
  • Igp
  • Olio d'oliva
Altri contenuti a tema
Bennardi incontra il presidente delle città dell’olio Bennardi incontra il presidente delle città dell’olio Opportunità per turismo e sviluppo innovativo
Olio Lucano Igp ad un passo dal marchio europeo Olio Lucano Igp ad un passo dal marchio europeo Il disciplinare di produzione pubblicato sulla gazzetta ufficiale comunitaria
Agricoltura, prorogate le scadenze per tutti i settori Agricoltura, prorogate le scadenze per tutti i settori Decisione della Conferenza Stato - Regioni
Olio, un premio alle eccellenze lucane Olio, un premio alle eccellenze lucane Entro il 31 gennaio i produttori possono presentano le candidature
Olio Lucano Igp, parere favorevole dal Ministero Olio Lucano Igp, parere favorevole dal Ministero Un marchio di origine che vale per tutta la regione
Olio lucano, carte in regola per l'Igp Olio lucano, carte in regola per l'Igp Una indicazione geografica protetta per l'intera Basilicata
Martedì si parla di EVO a Matera Martedì si parla di EVO a Matera Importante occasione per confrontarsi sull’Olio Extravergine di Oliva
Importazione olio tunisino, Agrinsieme Basilicata esprime malcontento Importazione olio tunisino, Agrinsieme Basilicata esprime malcontento “Attacco al Made in Italy, alla Basilicata e alle nostre colture di pregio”
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.