Disabili
Disabili
Associazioni

Un disability manager per Matera

Lo chiede il movimento Matera2029 insieme ad associazioni e cooperative

La cultura dell'accessibilità: motore di una città sicura ed inclusiva e soprattutto priva di barriere architettoniche. Per raggiungere questo obiettivo sarebbe opportuno individuare un Disability Manager.

Questa la richiesta che il movimento civico Matera 2029, insieme ad altre 19 tra associazioni e cooperative che in città operano con la disabilità, intende avanzare all'amministrazione comunale. "Bennardi Mantenga gli impegni presi in campagna elettorale"- dicono dal Movimento, che ribadisce anche l'importanza di ripristinare l'osservatorio/forum della disabilità, che funga da trait d'union tra le associazioni e il disability manager, chiamati ad operare di concerto con la preposta commissione consiliare e l'assessore alle Politiche Sociali.

Anche perché è giunto il tempo per Matera di garantire i diritti di tutti, superando i pregiudizi sociali e culturali ed eliminando gli impedienti fisici che non consentono alle persone con disabilità, una autonoma e piena integrazione nella città.

Per raggiungere questo obiettivo, sostengono da Matera 2029, la istituzioni di una figura come il Disability manager sarebbe fondamentale per promuovere l'inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità: dai trasporti all'abbattimento delle barriere architettoniche, contribuendo in maniera pratica a garantire, per esempio, l'accesso alle piscine oppure assicurandosi che si realizzino delle passerelle su ogni marciapiede in corrispondenza delle strisce pedonali, ma anche che si impegni per rendere accessibili diversi luoghi di culto della città, a partire dalla Cattedrale, che presentano scalinate. Ma non solo: eliminare ostacoli di accesso a negozi, biblioteca comunale, Musei, ma anche impegnarsi a rendere fruibile un percorso tra i Sassi, affinché tutti possano avere le stesse opportunità.

La città ha atteso anche troppo tempo. Di qui l'invito di Matera 2029 a nominare, quanto prima, il Disability manager, con il movimento civico che assicura fin d'ora il proprio supporto ai soggetti coinvolti in questo progetto di emancipazione civile.

"Matera2029, in sinergia con coloro che sul territorio cittadino si occupano di disabilità vuole contribuire con idee, proposte, progetti all'avvio di un percorso virtuoso al fine di migliorare i servizi già presenti e implementarne di nuovi"- concludono dal movimento civico.
  • Barriere architettoniche
  • Persone con disabilità
  • matera 2029
Altri contenuti a tema
Braia: da Matera parta l’approccio corretto per la Basilicata inclusiva Braia: da Matera parta l’approccio corretto per la Basilicata inclusiva Per il consigliere di Italia Viva bisogna rimettere le periferie sociali al centro
Matera 2029, puntare su una città inclusiva Matera 2029, puntare su una città inclusiva Il movimento civica chiede maggiore impegno per il "disability manager"
Eventi e manifestazioni sospese fino al 12 luglio Eventi e manifestazioni sospese fino al 12 luglio Matera2029: “Impedire tutto tarpa le ali ad ogni speranza di ripresa”.
Matera2029: “bene consiglio aperto su emergenza sanitaria” Matera2029: “bene consiglio aperto su emergenza sanitaria” Per il movimento politico servono tracciamento a tappeto e discussione su ripresa economica
Matera 2029: emergenza covid, lettera al sindaco Bennardi Matera 2029: emergenza covid, lettera al sindaco Bennardi Luca Braia invia una missiva sulla gestione dell’emergenza covid-19 in città
"Rimosso blocco di cemento, impediva passaggio disabili" "Rimosso blocco di cemento, impediva passaggio disabili" La segnalazione di un lettore
Regione Basilicata, contributi per strumenti informatici ai disabili Regione Basilicata, contributi per strumenti informatici ai disabili La giunta regionale stanzia fondi per l’acquisto di materiali tecnologici per l’integrazione sociale e lavorativa
Disabilità: Braia denuncia ritardi nei contributi regionali Disabilità: Braia denuncia ritardi nei contributi regionali Il consigliere di Avanti Basilicata sottolinea la gravità della situazione: “Penalizzate le famiglie coinvolte”
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.