Nucleare, territori potenzialmente idonei
Nucleare, territori potenzialmente idonei
Enti locali

Deposito nucleare, fronte unico di Basilicata e Puglia

Incontro in videoconferenza tra i governatori

Le Regioni Basilicata e Puglia parteciperanno in modo coordinato e unitario alla consultazione pubblica sulla carta dei siti potenzialmente idonei per la localizzazione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, "esprimendo la loro netta contrarietà ad ogni ipotesi di ubicazione del deposito nelle aree a cavallo fra Basilicata e Puglia indicate nella carta, che sono di particolare pregio naturalistico, vicine a Parchi naturali, e sono assolutamente inidonee ad ospitare una simile realizzazione". A tale scopo saranno svolti i necessari approfondimenti tecnici, con il contributo degli enti locali, delle università, degli enti di ricerca e del mondo associativo, per presentare in tempo utile le osservazioni.

Lo si è appreso al termine dell'incontro che il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi e l'assessore all'Ambiente Gianni Rosa (presenti il capo di gabinetto della Presidenza Michele Busciolano e il dirigente generale del Dipartimento Ambiente Giuseppe Galante) hanno avuto in videoconferenza con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e con l'assessore all'Ambiente Anna Maria Maraschio.

Intanto, dopo aver coinvolto l'Università della Basilicata e gli ordini professionali, che parteciperanno ai tavoli tematici promossi dalla Regione per la formulazione delle osservazioni sulle aree indicate nella carta dei siti potenzialmente idonei per la localizzazione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, il governo regionale ha scritto anche ai rappresentanti dei sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Ugl), delle associazioni imprenditoriali (Confindustria, Confapi, Confimi Industria, Claai), dell'agricoltura (Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Copagri), del commercio (Confcommercio, Confesercenti), dell'artigianato (Confartigianato, Casartigiani, Cna), delle cooperative (Legacoop, Confcooperative, Agci), della tutela dell'ambiente e del territorio (Endas, Legambiente, Lipu, Movimento Azzurro, Italia Nostra, Scanziamo le scorie), chiedendo loro di "di voler contribuire, attraverso la formulazione di osservazioni e di proposte tecniche in forma scritta sulla valutazione potenziale di queste aree, alla redazione del documento unitario".
  • Deposito nucleare
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, tutta la Basilicata voterà no Deposito nucleare, tutta la Basilicata voterà no Stessa delibera nei 131 consigli comunali. Già votata da Matera e Potenza
Deposito nucleare: sindaci di Basilicata e Puglia uniti Deposito nucleare: sindaci di Basilicata e Puglia uniti Azione congiunta di 11 Comuni. Chiesto supporto ai governatori
1 Deposito nucleare, Bardi chiede aiuto a Università e professionisti Deposito nucleare, Bardi chiede aiuto a Università e professionisti Servono competenze di tecnici per presentare le osservazioni
Mondo della cultura respinge il 'mostro nucleare' Mondo della cultura respinge il 'mostro nucleare' Le parole di Circolo La Scaletta e Fondazione Zetema
Deposito nucleare, la Basilicata unisce le forze Deposito nucleare, la Basilicata unisce le forze Regione e Comuni presenteranno le osservazioni
Bennardi: Basilicata non può essere discarica d'Italia Bennardi: Basilicata non può essere discarica d'Italia Sindaco di Matera prende posizione e si unisce al "no" al deposito nucleare
Deposito nucleare: Speranza, le aree lucane saranno escluse Deposito nucleare: Speranza, le aree lucane saranno escluse E la Regione convoca i sindaci per prendere decisioni comuni
Deposito nucleare, Matera tra i Comuni potenzialmente idonei Deposito nucleare, Matera tra i Comuni potenzialmente idonei Pubblicata la carta nazionale. E' compresa un'area tra Puglia e Basilicata
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.