Marilena Antonicelli
Marilena Antonicelli
Vita di città

Fase 2 per famiglie e disabili, il Comune si prepara

Antonicelli: “Creare una rete di supporto"

L'amministrazione comunale si prepara a gestire la nuova fase, anche sul fronte delle problematiche che interessano le famiglie. L'assessore alle politiche sociali di Matera, Marilena Antonicelli ha fatto il punto della situazione, tracciando i possibili scenari che si pareranno dinanzi alle famiglie nella nuova fase, che dovranno tenere conto delle istanze che provengono dalle categorie più deboli e a rischio, a partire dai problemi connessi ai più giovani, alla loro formazione e alla loro crescita.

E' necessario, infatti, intervenire per portare quanto prima ad una normalizzazione, nei limiti del possibile, delle condizioni di vita e delle esigenze dei bambini e degli adolescenti, "che vivono una fase di crescita e che soffrono in questo momento di forzato isolamento provocando una rabbia nascosta, una turbolenza che si imprimerà nella loro crescita personale"- sottolinea Antonicelli. Per andare incontro ai più giovani non si potrà gravare su genitori e nonni, ma sarà necessario riorganizzare lo svolgimento della vita quotidiana. Dunque prioritario è il tema della cura dei figli, soprattutto di coloro che devono rientrare a lavoro, ma non solo, anche di tutte quelle famiglie per così dire "vulnerabili".

"Bambini che non vanno a scuola e, di conseguenza, non hanno più la possibilità di fare un pasto adeguato almeno una volta al giorno. Nei casi più estremi, ma purtroppo reali, i bambini o gli adolescenti sono costretti a vivere in contesti familiari caratterizzati da violenza domestica, genitori con problemi di depressione, dipendenza o addirittura problemi di disabilità, o altre forme di disagio che, in una situazione come quella attuale, sono inevitabilmente portati all'esasperazione."- spiega l'assessore alle politiche sociali, che poi continua -"privati dalla possibilità di andare a scuola o di svolgere attività sportive o di socializzazione, significa far diminuire le loro opportunità di inclusione sociale e, loro costituiscono il nostro futuro".

Ecco perché bisogna mettere in campo degli interventi da parte della pubblica amministrazione che permettano a tutti di avere le stesse condizioni; è necessario ripensare ampi spazi, come possono essere i giardini, che sostituiscano le aule, dove poter svolgere attività ludico-ricreative con un gruppo, sia pur limitato, di pari età. Con strutture che, in luoghi ripensati, si mostreranno pronte a lanciare un nuovo tipo di offerta formativa.

Perché la ripresa sarà graduale, ma non per questo bisognerà rinunciare "a strutturare una rete di servizi a sostegno delle famiglie, utile a potenziare l'efficacia degli stessi, garantendo uguale accesso e opportunità a tutti gli utenti anche i più piccini"- evidenzia Antonicelli.

Per questo "l'Amministrazione ha interessato tutti i gestori dei servizi con prestazioni socio-educative e assistenziali, rivolti a bambini e adulti, di rimodulare la propria offerta attraverso una co-progettazione e riorganizzarla in forme individuali domiciliari o a distanza -continua l'assessore- adottando specifici protocolli che definiscano tutte le misure necessarie per assicurare la massima tutela della salute di lavoratori ed utenti". Una decisione che -a detta dell'assessore- rappresenterà il giusto compromesso tra sicurezza, istruzione e assistenza e che darà "l'avvio di una nuova fase e di una diversa e non penalizzante normalità"- chiosa l'assessore materano alle politiche sociali .2904
  • Marilena Antonicelli
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Bardi: "I ricoverati in ospedale per Covid sono non vaccinati" Bardi: "I ricoverati in ospedale per Covid sono non vaccinati" Il presidente lucano aggiorna la situazione
Hub vaccinale presso la sede della Datacontact Hub vaccinale presso la sede della Datacontact L’azienda tra le prime a rispondere all’appello di Confindustria “Fabbriche luoghi di comunità”
Covid: due casi di variante Delta a Matera Covid: due casi di variante Delta a Matera Comunicazione del presidente Vito Bardi
Buoni spesa, è partita l’erogazione Buoni spesa, è partita l’erogazione Il Comune distribuisce voucher alle famiglie in difficoltà economiche
Covid: metà popolazione lucana ha ricevuto almeno una dose di vaccino Covid: metà popolazione lucana ha ricevuto almeno una dose di vaccino Matera: dal 28 al 30 giugno i richiami Astrazeneca degli open day di aprile
Anche la Basilicata è in area bianca Anche la Basilicata è in area bianca Come tutto il resto dell'Italia, tranne la Val d'Aosta
Vaccini: seconde dosi Astrazeneca solo a persone con più di 60 anni Vaccini: seconde dosi Astrazeneca solo a persone con più di 60 anni In Basilicata le scorte non bastano
Dieci milioni di euro per le partite Iva danneggiate dalla pandemia Dieci milioni di euro per le partite Iva danneggiate dalla pandemia Approvato un avviso pubblico per i settori più colpiti
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.