nella foto Salvatore Adduce, Giampaolo D'Andrea e Michele De Pascale
nella foto Salvatore Adduce, Giampaolo D'Andrea e Michele De Pascale
Territorio

Fondazione Matera 2019 e città di Ravenna siglano accordo

Si uniscono nella produzione del “Purgatorio” di Dante

Era stato preannunciato da tempo ed era previsto anche dal dossier di candidatura della città di Matera a Capitale Europea della cultura:Matera avrebbe dovuto realizzare una serie di progetti con le città che erano rientrate nella stretta lista delle candidate a rivestire l'ambito ruolo di Capitale della cultura.
Tra queste, anche Ravenna con la quale la Fondazione Matera-Basilicata 2019 ha firmato un accordo per la cooproduzione del "Prugatorio" di Dante, realizzato dal teatro delle Albe di Ravenna e che vedrà coinvolti i cittadini materani in tutte le fasi della realizzazione.
"Ma con il Comune di Ravenna vogliamo andare oltre la produzione di questo spettacolo, promuovendo un programma di attività in diversi settori, dalla didattica, al turismo, alla cultura agli aspetti più strettamente imprenditoriali ed economici"- spiega Salvatore Adduce, presidente della fondazione Matera Basilicata che con l'assessore alla Cultura di Matera, Giampaolo D'Andrea, e il sindaco del Comune di Ravenna, Michele De Pascale, ha siglato l'accordo.
Il protocollo di intesa prevede alcune collaborazioni ed iniziative come lo scambio di talenti, di esperienze e la realizzazione di co-produzioni Ravenna-Matera; oppure il coinvolgimento delle scuole nella produzione e diffusione di contenuti culturali; o, ancora, nel settore dell'innovazione culturale. Ad esempio, "l'approccio Open Future proposto da Matera potrebbe irradiare in modo radicale tutti i sistemi informativi locali ravennati nella logica dell'Open Data, dell'Open Source, dell'Open Society"- spiega l'assessore D'Andrea.
Tra gli obiettivi anche l'idea di creare delle reti di scambio di relazioni europee: festival, esperienze musicali, arte ed artigianato, ed una rete tra i siti tutelati dall'Unesco.
Senza escludere la possibilità di costruire una rete di coesione sociale, come già sperimentato con l'esperienza teatrale del Purgatorio.
Perché- spiega la delegazione della città dei Sassi- "se per Matera un tema prioritario è aiutare in modo sempre più innovativo la cosa pubblica a diventare ancora più pubblica, allora anche Ravenna potrebbe condividere il proprio lavoro su questi aspetti, forte di una tradizione consolidata soprattutto sul monitoraggio scientifico del mosaico e sulle azioni di studio e ricerca del patrimonio dantesco, anche in ordine alla ricezione internazionale".
  • Matera 2019
  • Ravenna
Altri contenuti a tema
Max Gazzé e MateRadio, tre giorni di grande musica Max Gazzé e MateRadio, tre giorni di grande musica Cala il sipario sulla kermesse radiofonica e live, con tanti ospiti
Appello dell’associazione “Un teatro per Matera 2019” Appello dell’associazione “Un teatro per Matera 2019” Un nuovo contenitore culturale è una lacuna da colmare per la Capitale Europea della Cultura
Domani, a Tricarico, la quarta tappa di avvicinamento al 2019 Domani, a Tricarico, la quarta tappa di avvicinamento al 2019 La festa dedicata a Rocco Scotellaro avvia le iniziative “Lettura in scena” fino al 23 aprile prossimo
Arriva la finale di “Start Cup Basilicata 2017” Arriva la finale di “Start Cup Basilicata 2017” Appuntamento il 6 novembre a Casa cava
Matera fra le 10 città top della guida Lonely Planet “Best in Travel 2018” Matera fra le 10 città top della guida Lonely Planet “Best in Travel 2018” L’annuncio è stato dato nel corso dell’evento di presentazione della guida presso l’American Academy a Roma,
La Basilicata ed il cinema ancora un connubio inscindibile e vincente. La Basilicata ed il cinema ancora un connubio inscindibile e vincente. La nostra Regione è ancora set cinematografico
La Fondazione Leonardo Sinisgalli presenta la sesta edizione del "Furor Sinisgalli" La Fondazione Leonardo Sinisgalli presenta la sesta edizione del "Furor Sinisgalli" Sette gli appuntamenti ospitati fra Montemurro e Matera
Dal 28 al 30 ottobre nell’ex convento Le Monacelle arriva "Cultural", il festival della cultura alimentare Dal 28 al 30 ottobre nell’ex convento Le Monacelle arriva "Cultural", il festival della cultura alimentare Ai fornelli 45 chef e ben 60 espositori provenienti da varie regioni
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.