Cattedrale di Matera
Cattedrale di Matera
Religioni

Arcidiocesi di Matera-Irsina, attesa per il primo Sinodo

Il primo appuntamento in Cattedrale è sabato 12 gennaio

La Chiesa di Matera – Irsina è in grande fermento per l'apertura del Primo Sinodo diocesano, sabato 12 gennaio 2019 alle ore 16:00 in Cattedrale. E' un evento storico. Matera ha vissuto un Sinodo quando ancora era unita ad Acerenza nel 1935 sotto l'episcopato di Mons. Anselmo Pecci. Questo è il primo Sinodo dopo il Concilio Vaticano II e da quando la diocesi si configura come Matera – Irsina dal 1976.

Sono 138 i delegati al Sinodo, di cui solo un terzo sacerdoti e religiosi, gli altri tutti laici. Dopo il 12 gennaio si riuniranno per 18 sessioni a scadenza quasi quindicinale per ascoltare la Parola di Dio e quanto è stato segnalato dai Consigli pastorali parrocchiali, per discernere le proposte di rinnovamento della vita ecclesiale e della pastorale per essere Chiesa in uscita, secondo una felice espressione di Papa Francesco, Chiesa più missionaria.

Per un anno nel 2018 si è tenuto un percorso sinodale per studiare e approfondire l'Evangelii gaudium e le quattro Costituzioni conciliari: Sacrosanctum Concilium (sulla liturgia), Dei Verbum (sulla Parola di Dio), Lumen gentium (sulla Chiesa), Gaudium et spes (sulla Chiesa nel mondo contemporaneo). Al termine del percorso sinodale è stato prodotto l'Instrumentum laboris, una pista di lavoro e di riflessione per acquisire proposte dalle comunità parrocchiali, che saranno oggetto di discernimento da parte dei delegati al Sinodo.

Sinodo che vuol dire camminare insieme vede la Chiesa di Matera – Irsina impegnata nello stile sinodale, già dalla Visita Pastorale di Mons. Ligorio e dopo l'auspicio formulato da Papa Francesco al Convegno della Chiesa italiana di Firenze: "Permettetemi solo di lasciarvi un'indicazione per i prossimi anni: in ogni comunità, in ogni parrocchia e istituzione, in ogni Diocesi e circoscrizione, in ogni regione, cercate di avviare, in modo sinodale, un approfondimento della Evangelii gaudium per trarre da essa criteri pratici e per attuare le sue disposizioni, specialmente sulle tre o quattro priorità che avrete individuato in questo convegno".
  • Cattedrale di Matera
  • Arcidiocesi Matera-Irsina
Altri contenuti a tema
Sviluppo del turismo religioso, siglato un protocollo di intesa Sviluppo del turismo religioso, siglato un protocollo di intesa Comune, Diocesi e Parco “Terre di luce” hanno firmato accordo per i luoghi di culto
Frana a Pomarico, anche Matera si mobilita per chi ha perso la casa Frana a Pomarico, anche Matera si mobilita per chi ha perso la casa Diocesi mette a disposizione mini appartamenti. Il Comune solidarizza
Oggi a Matera la marcia nazionale della pace: ecco orari e percorso Oggi a Matera la marcia nazionale della pace: ecco orari e percorso Attese migliaia di persone lungo il percorso. Invito al digiuno (con la rinuncia al cenone) e alla carità
"Rimuovere i bagni pubblici dalla chiesa del Purgatorio" "Rimuovere i bagni pubblici dalla chiesa del Purgatorio" Un posizionamento che ha provocato polemiche e indignazione
Celebrazioni Madonna Viggiano, oggi confraternite a raccolta Celebrazioni Madonna Viggiano, oggi confraternite a raccolta Per il cammino regionale
Riapre il complesso museale della Diocesi di "Matera-Irsina” Riapre il complesso museale della Diocesi di "Matera-Irsina” Sabato 24 marzo, l'inaugurazione del nuovo allestimento
Un nuovo diacono ordinato da mons. Caiazzo  nella chiesa di S. Antonio di Pisticci Un nuovo diacono ordinato da mons. Caiazzo nella chiesa di S. Antonio di Pisticci "Il Signore ha solo bisogno del nostro SI per trasformare la nostra esistenza in una storia di perdono e di amore
"Festa Nazionale di Avvenire" "Festa Nazionale di Avvenire" Il Programma definitivo da lunedì 26 giugno a sabato 1° luglio 2017
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.