Matera Capitale europea della Cultura 2019
Matera Capitale europea della Cultura 2019
Evento

"La Basilicata per l'Unità d'Italia"

a Basilicata protagonista del processo di unificazione e di costruzione dell'Italia unita

Si terrà martedì 05 dicembre 2017 alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare della Provincia di Matera l'incontro organizzato dalla SFI Lucana Matera, in collaborazione con la Deputazione di Storia Patria per la Lucania e l'Associazione Culturale Adriano Olivetti, dal titolo: "La Basilicata per l'Unità d'Italia".

La Basilicata protagonista del processo di unificazione e di costruzione dell'Italia unita verrà illustrata e contestualizzata alla luce di una puntuale ricostruzione storica, senza dimenticare il fenomeno del brigantaggio, che verrà letto con rigore metodologico e critico. Si propone un incontro in cui riscoprire le radici lucane con le tinte del tricolore italiano, sulla base di fatti storici analizzati con occhio attento dai relatori invitati ad intervenire.
Dopo i saluti iniziali del prof. Nunzio Di Lena, Presidente della Società Filosofica Italiana Lucana Matera, interverranno il prof. Antonio Lerra, Presidente della Deputazione di Storia Patria per la Lucania, e il prof. Mimmo Calbi, Presidente dell'Associazione Culturale Adriano Olivetti. Moderatore dell'incontro sarà il prof. Saverio Omar Ciccimarra, docente di Storia e Filosofia.

L'incontro sarà supportato dal servizio di interpretariato LIS per la comunità sorda, in collaborazione con l'Ente di Formazione Eudaimonia - formazione e cultura contemporanea - e la cooperativa Segnalis.
Ai docenti iscritti alla Società Filosofica Italiana che parteciperanno all'incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione riconosciuto dal MIUR, valido ai fini dell'aggiornamento professionale.
    © 2001-2017 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.