cibo
cibo
Territorio

La spesa dei lucani al tempo del coronavirus

Indagine di Coldiretti sulle nuove priorità e modalità di acquisto. L’invito a comprare prodotti lucani

Quattro lucani su dieci in questi giorni hanno fatto scorte alimentari di cibo e bevande per paura di trovare i supermercati vuoti. Questo è il dato che emerge da una indagine condotta dalla Coldiretti "la spesa degli italiani al tempo del coronavirus". I Timori infondati che i supermercati non abbiano scorte a sufficienza e la paura di contagio che impone di limitare le uscite di casa, ha convinto gli italiani a fare incetta di prodotti.

Altro elemento preso in considerazione dalla ricerca della Coldiretti riguarda i tempi di durata dall'emergenza. La sensazione dei lucani fa prevalere il sentore che l'epidemia durerà almeno fino all'estate. Il 46% dei lucani ne è convinto. Mentre solo il 3% degli intervistati crede che tutto possa passare entro Pasqua.

C'è poi una fetta (il 7%) della popolazione della Basilicata che crede che l'epidemia finirà non prima dell'autunno prossimo e il 5% che, ancora più pessimista, pensa che il 2020 sarà interamente segnato dal Coronavirus. Una situazione di emergenza che ha cambiato le modalità di far spesa dei lucani con un incremento dell'11% di richiesta di acquisti di derrate tramite internet e con il 7% che invece ha preferito la consegna a domicilio. Elementi che intendono far capire come la popolazione della Basilicata si sta muovendo in questa situazione di emergenza rispetto agli acquisti di generi alimentari, con l'invito lanciato dal presidente della Coldiretti Basilicata a sostenere i prodotti lucani.

Anche in questa occasione – sottolinea Antonio Pessolani, presidente Coldiretti Basilicata – l'invito è quello di preferire il Made in Basilicata, difendere il territorio, l'economia e il lavoro. Un obiettivo sostenuto dalla grande maggioranza dei consumatori (82%) che è d'accordo sul fatto che in questa fase è importante acquistare prodotti locali per tutelare una filiera agroalimentare che dal campo alla tavola garantisce il lavoro a miglia di persone".
  • Coldiretti
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Blocco a pazienti lucani del Miulli, anche La Scaletta dice la sua Blocco a pazienti lucani del Miulli, anche La Scaletta dice la sua Il circolo culturale materano fa il punto della situazione della sanità in Basilicata
11 Stop prestazioni al "Miulli", la replica di Leone Stop prestazioni al "Miulli", la replica di Leone Alle accuse lanciate da Bennardi
L'ospedale Miulli sospende servizi sanitari ai lucani L'ospedale Miulli sospende servizi sanitari ai lucani Superato il tetto per la mobilità extra-regionale. S.o.s. di Bennardi
Ospedale, denunciata l'aggressione di operatori sanitari Ospedale, denunciata l'aggressione di operatori sanitari Fials Matera, “sanità sul baratro e operatori al collasso”
Sanità, proposte dall’osservatorio de La Scaletta Sanità, proposte dall’osservatorio de La Scaletta Dal circolo culturale idee per rilanciare la sanità lucana
Sanità: concorsi regionali per infermieri e amministrativi Sanità: concorsi regionali per infermieri e amministrativi In tutto 165 assunzioni per le aziende lucane
Concorsi per medici, pubblicati i bandi per 63 assunzioni Concorsi per medici, pubblicati i bandi per 63 assunzioni Lavoreranno nella Asm, nella Asp e all'ospedale San Carlo
Sanità: nuovo numero verde regionale Sanità: nuovo numero verde regionale Per chiamare il Cup e prenotare visite e prestazioni specialistiche
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.