Francesco Cupparo- assessore alle attività produttive regione Basilicata
Francesco Cupparo- assessore alle attività produttive regione Basilicata
Politica

Regione: maggioranza senza numeri, si dimette assessore Cupparo

Bardi riunisce i segretari di partito con incontro urgente

L'assessore alle attività produttive della Regione Basilicata, Francesco Cupparo (Forza Italia), si è dimesso, rimettendo il mandato nelle mani del presidente Vito Bardi. La decisione, come spiega una nota della Regione, è stata presa ''a seguito della situazione politica determinata dall'andamento del Consiglio regionale di ieri'' ed ''è stata concordata con il gruppo dirigente regionale di Forza Italia''.

La decisione non riguarda ''la mancata approvazione del ddl Api-Bas'', sulla costituzione del nuovo organismo di gestione delle aree industriali, ma è stata presa ''per l'atteggiamento assunto dal consigliere di Fdi Vizziello che ha fatto mancare il numero legale. Vizziello dovrebbe spiegare innanzitutto – aggiunge Cupparo – quale motivo c'era per convocare una seduta straordinaria del Consiglio per far mancare il numero legale. Piuttosto avrebbe potuto votare contro il ddl spiegandone le ragioni''. Per Cupparo ''la chiarezza tra i partiti della maggioranza è un valore politico ed etico indispensabile - dice - per non vanificare quanto sinora ha fatto unitariamente la Giunta e per non pregiudicare il lavoro che l'attende in questa fase segnata dalla pandemia e dalla crisi socio-economica. Lo si deve innanzitutto ai cittadini. E' perciò necessario che ciascun partito della maggioranza di centrodestra e ciascun consigliere di maggioranza dia prova innanzitutto di assunzione di responsabilità''.

Il presidente della giunta regionale della Basilicata Vito Bardi ha chiesto un incontro urgente ai segretari regionali dei partiti di maggioranza. Conferma ''la sua fiducia'' a Cupparo. ''Gli incidenti di percorso come quello che si è verificato nell'ultima seduta del consiglio regionale, con lo scioglimento per il mancato numero legale mentre era in discussione un importante provvedimento come quello sull'Asi, danno una immagine falsata - si legge in un comunicato della Regione - del buon lavoro sin qui compiuto dal governo regionale. Per questo è necessario una assunzione di responsabilità che deve necessariamente passare attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori in campo. La Basilicata non può più attendere''.
  • Giunta regionale
Altri contenuti a tema
Giunta regionale, assessore Cupparo ritira le dimissioni Giunta regionale, assessore Cupparo ritira le dimissioni Nel governo Bardi torna l'armonia
Bardi: non ci sono problemi nella squadra di governo Bardi: non ci sono problemi nella squadra di governo Il governatore lucano nega l'esistenza di una crisi
Covid-19, prime misure della Regione a favore delle imprese Covid-19, prime misure della Regione a favore delle imprese La giunta ha deliberato un pacchetto di provvedimenti di sostegno all’economia lucana
Regione Basilicata, previste 220 assunzioni Regione Basilicata, previste 220 assunzioni La giunta regionale ha approvato il piano triennale per i precari e nuova forza lavoro
Bardi annuncia: giunta regionale entro 48 ore Bardi annuncia: giunta regionale entro 48 ore La dichiarazione in Consiglio. Cicala (Lega) eletto presidente dell'assise
Elezioni regionali: quando voteranno i lucani? Elezioni regionali: quando voteranno i lucani? Le incognite sono legate al caso-Pittella e alla nuova legge elettorale
Modificato il Calendario Venatorio della stagione 2016-2017 Modificato il Calendario Venatorio della stagione 2016-2017 La Giunta regionale conforma le indicazioni Ispra
Giunta regionale, tre assessori si dimettono Giunta regionale, tre assessori si dimettono Berlinguer, Franconi e Liberali consegnano le deleghe al presidente
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.