Vico Piave - Lavori rimozione macerie
Vico Piave - Lavori rimozione macerie
Cronaca

Vico Piave, analisi su campioni di tufo

Le perizie continuano con l'esame di materiale prelevato dalla palazzina crollata

Continuano le verifiche riguardanti il crollo della palazzina di Vico Piave avvenuto quasi cinque mesi fa. Si procede ora allo studio di campioni di tufo.

Dopo la rimozione delle macerie e l'esecuzione delle perizie sul luogo del crollo da parte della Procura e dei periti di parte delle famiglie colpite, la prossima fase di studio sarà incentrata sulle analisi di laboratorio su campioni di tufo prelevati dalla struttura della palazzina di Vico Piave. Ad occuparsi di tali analisi saranno i tecnici incaricati dalla Procura della Repubblica di Matera.

Era l'11 gennaio 2014 quando alle ore 8 del mattino la città fu scossa da un terribile accaduto, il cedimento di una palazzina sita in Vico Piave. Nel crollo perse la vita la giovane Antonella Favale e a distanza di due mesi l'ingegnere comunale Nicola Oreste, inizialmente trovato vivo dopo essere sopravvissuto per ben 13 ore sotto le macerie. Mentre una terza persona, Sara Elia, fu fortunatamente salvata tra le macerie tre ore dopo il crollo.

Dopo due settimane dal crollo, la Procura della Repubblica di Matera aprì un'indagine per disastro ed omicidio colposo, coordinata dal pubblico ministero, Annunziata Cazzetta, iscrivendo nel registro degli indagati 12 persone, tra cui proprio l'ingegnere Oreste e sua moglie Ornella Cianfrone. Inoltre, i due tecnici dei vigili del fuoco Domenico Masciandaro e Maddalena Lisanti, l'ingegnere Emanuele Lamacchia Acito, tecnico del Comune di Matera e redattore del verbale dopo il sopralluogo del 23 dicembre 2013, la dirigente ai lavori pubblici del Comune, Delia Maria Tomaselli, il proprietario del locale sottostante il palazzo oggetto di riqualificazione per realizzare un ristorante-pizzeria, Nicola Andrisani, il progettista dei lavori, l'architetto Rossella Bisceglie, l'autore dei calcoli statici nel cantiere, l'ingegnere Francesco Paolo Luceri, il titolare dell'impresa esecutrice dei lavori, Rieco, Emanuele Taccardi, il direttore del cantiere Francesco Paolo Andrisani e il collaudatore dei lavori, l'ingegnere Vincenzo Andrisani.

Oltre ai 12 indagati, il provvedimento fu notificato anche ad altre 42 persone, considerate parti lese nell'inchiesta tra i parenti delle vittime del crollo, proprietari ed affittuari, oltre al Comune di Matera. E pochi giorni dopo fu anche nominato un pool di periti tecnici d'ufficio per indagare sulle cause del cedimento strutturale, tra cui il professionista barese Michele Colella e Caterina Di Maio, docente di Geotecnica presso l'Università degli Studi della Basilicata e ingegneri strutturisti e tecnici delle costruzioni.
  • Vico piave
  • Perizie
  • Crollo
Altri contenuti a tema
Sgomberati immobili in vico Piave e vico Santa Cesarea Sgomberati immobili in vico Piave e vico Santa Cesarea Desta preoccupazione un'infiltrazione di acqua
Sei condanne per il crollo tragico in vico Piave Sei condanne per il crollo tragico in vico Piave Erano nove gli imputati
Crollo tragico in vico Piave, al processo parlano le difese Crollo tragico in vico Piave, al processo parlano le difese L'accusa ha chiesto otto condanne e un'assoluzione
Tragedia in vico Piave, chieste condanne per otto imputati Tragedia in vico Piave, chieste condanne per otto imputati Nel 2014 morirono Dina Antonella Favale e Vito Nicola Oreste
Frana a Pomarico, anche Matera si mobilita per chi ha perso la casa Frana a Pomarico, anche Matera si mobilita per chi ha perso la casa Diocesi mette a disposizione mini appartamenti. Il Comune solidarizza
Tragedia Vico Piave, nove indagati Tragedia Vico Piave, nove indagati Chiusa l’indagine sul crollo della palazzina
Secondo anniversario del crollo di Vico Piave Secondo anniversario del crollo di Vico Piave Il sindaco De Ruggieri e l'assessore Cangelli: "Incontri con i proprietari delle abitazioni per la ricostruzione"
Vico Piave, Calculli scrive al Presidente della Repubblica Vico Piave, Calculli scrive al Presidente della Repubblica “E’ un peso inaccettabile la posizione dell’amministrazione comunale”
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.