Medici
Medici
Territorio

Coronavirus: preoccupazione delle associazioni di categoria

Il focolaio lucano spaventa Confapi e Cna

''Forte preoccupazione'' viene espressa dalle associazioni Confapi Matera e Cna per il focolaio del Covid-19 in Basilicata dopo l'elevato numero di casi positivi tra i migranti bengalesi ospitati in due centri di accoglienza di Potenza e di Irsina e per gli altri casi di persone arrivate dall'estero o da altre regioni.

Una situazione che ''rischia di vanificare gli sforzi compiuti dagli imprenditori e dalle istituzioni in questi mesi di lockdown'', sostengono le due sigle di categoria, e ciò ''proprio adesso che con grande fatica stanno ripartendo le attività in tutti i settori, anche in quelli più colpiti come il turismo a Matera e nella costa jonica''.

Le due associazioni precisano di ''non essere contrarie all'accoglienza dei migranti, anzi esse hanno sempre apprezzato la scelta della Regione che da anni svolge opera di integrazione dei richiedenti asilo su tutto il territorio'' ma è ''errata la procedura seguita, con controlli superficiali e approssimativi, test sierologici non sempre attendibili, quando invece i tamponi andavano effettuati al momento dello sbarco, prima della partenza verso le altre destinazioni. Altrettanto dicasi per il caso di rientro dall'Emilia-Romagna, sottoposto a un test rapido evidentemente non affidabile.

La Regione Basilicata - spiegano - dovrebbe pretendere che i tamponi o i test vengano effettuati nei luoghi di arrivo e soltanto dopo procedere al trasferimento nei centri di accoglienza. Non sono quindi in discussione i diritti umani o il sacrosanto diritto all'accoglienza, ma la gestione di un problema meramente sanitario, che rischia di diventare senza controllo. Nella confusione delle procedure, infatti, oggi diventa difficile ricostruire la cerchia dei contatti avuti dalle persone positive''. Il timore riguarda un focolaio e una nuova chiusura che ''metterebbero definitivamente in ginocchio tantissime piccole e medie imprese di tutti i settori che potrebbero non riprendersi mai più''.
  • Emergenza Coronavirus - Covid19
Altri contenuti a tema
Attività ferme per Covid, aiuti economici dalla Regione Attività ferme per Covid, aiuti economici dalla Regione Per vari settori economici e professionisti
Vaccinazione Covid con i week end della cicogna Vaccinazione Covid con i week end della cicogna Per le donne in gravidanza
Bardi: "in Basilicata pronti a terza dose del vaccino anti-Covid" Bardi: "in Basilicata pronti a terza dose del vaccino anti-Covid" Per le persone fragili, anziani e personale sanitario
Covid, un'unità mobile della Asm per la vaccinazione Covid, un'unità mobile della Asm per la vaccinazione Si comincia in tre Comuni
Asm, campagna vaccinazione per lavoratori stagionali e stranieri Asm, campagna vaccinazione per lavoratori stagionali e stranieri Nei centri di accoglienza della provincia
Covid-19: due settimane con vaccino Johnson&Johnson Covid-19: due settimane con vaccino Johnson&Johnson Si prenota sul portale della Asm
Bardi: "I ricoverati in ospedale per Covid sono non vaccinati" Bardi: "I ricoverati in ospedale per Covid sono non vaccinati" Il presidente lucano aggiorna la situazione
Hub vaccinale presso la sede della Datacontact Hub vaccinale presso la sede della Datacontact L’azienda tra le prime a rispondere all’appello di Confindustria “Fabbriche luoghi di comunità”
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.