Tribunale di Matera
Tribunale di Matera
Cronaca

Famiglia salvata dall'usura grazie a legge salva-suicidi

Provvedimento del Tribunale di Matera in base alla legge sul sovraindebitamento

Approvata dal Tribunale di Matera una nuova proposta di ristrutturazione dei debiti predisposta dall'Associazione Antiracket e Antiusura "Famiglia e Sussidiarietà".

Questa seconda omologa - ha commentato Angelo Festa, Presidente dell'Associazione "Famiglia e Sussidiarietà" riguarda la situazione di sovraindebitamento di un dipendente pubblico della provincia di Matera. Il piano omologato prevede la riduzione del debito da 145 mila euro a 88 mila euro e con un piano di rientro rateale sviluppato su circa 180 mesi dall'omologa.

È stato un ottimo risultato ottenuto attraverso l'applicazione della Legge 3/2012. Uno strumento normativo importante, in materia di usura, estorsione e di composizione delle crisi da sovraindebitamento che disciplina le situazioni di dissesto economico-finanziario tanto del soggetto qualificabile come consumatore, quanto di una vasta categoria residuale di debitori non fallibili, come ad esempio piccoli imprenditori, imprenditori agricoli, le così dette start-up innovative, etc.

Tale disposizione, ribattezzata legge "salva-suicidi", consente a coloro che sono in stato di sovraindebitamento di non cadere nella mani degli usurai e di liberarsi da tutti i debiti accumulati secondo il principio del cosiddetto fresh start.

Nel caso in esame la situazione del sovraindebitamento riguarda una tradizionale famiglia monoreddito, composta da marito, moglie e due figli, che a causa di imprevisti, la morte di un familiare e una malattia, si sono trovati nell'impossibilità a pagare i propri debiti che nel frattempo erano lievitati in modo esponenziale.

L'Avv. Giuseppe Digiamma, di Nova Siri, nominato dal Tribunale di Matera ha svolto le funzioni dell'Organismo di Composizione della crisi mentre i ricorrenti si sono avvalsi dell'assistenza dell'Avv. Giuseppe Tedesco di Matera.

Ritengo importante - ha concluso Angelo Festa - la decisione adottata dal Tribunale di Matera perché così il nostro assistito ha finalmente avuto la possibilità di voltare pagina e di affrontare il futuro con più serenità.
Auspico che la Legge 3/2012, poco conosciuta e poco applicata possa diventare realmente un'ancora di salvezza per le numerose famiglie e piccole imprese in difficoltà economiche, scongiurando così il ricorso agli usurai.

Per ulteriori informazioni e assistenza, sulla legge 3 del 2012, contattare il n. 3664487510, inviare una e-mail a basilicatafamiglie@gmail.com o collegarsi al sito www.associazionebasilicataantiusura.it.

Matera 29-10-2018, Ufficio Stampa Famiglia e Sussidiarietà
  • Usura
Altri contenuti a tema
La Regione approva nuove norme anti-usura La Regione approva nuove norme anti-usura Si unanime dal consiglio regionale al disegno di legge
“In Basilicata alto tasso di usura sommersa” “In Basilicata alto tasso di usura sommersa” Intervista al presidente dell’associazione Famiglia&Sussidiarietà
Troppi debiti, nasce uno sportello informativo Troppi debiti, nasce uno sportello informativo L'associazione "Famiglia&Sussidirietà" continua la propria lotta all'usura
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.