stabilimento Ferrosud
stabilimento Ferrosud
Territorio

Ferrosud, i sindacati chiedono incontro al Prefetto

Per il segretario provinciale Ugl Giordano: "Un'emergenza a scadenza di morte”

La situazione per la Ferrosud di Matera è estremamente grave e la colpa è di chi avrebbe potuto prendere iniziative in tempo utile e non l'ha fatto. Adesso le istituzioni devono focalizzare l'attenzione e convogliare le energie sullo stabilimento, cercando di trovare una soluzione per i dipendenti della azienda. "Per tale motivo chiediamo al Prefetto di essere ricevuti". Questo l'allarme dal segretario provinciale dell'Ugl Matera, Pino Giordano.

I sindacati Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil di Matera hanno chiesto un incontro al nuovo Prefetto Demetrio Martino per domani, giorno in cui hanno proclamato lo sciopero presso l'azienda di Jesce.

Stessa richiesta da parte dell'Ugl che esprime preoccupazione ed un atto d'accusa contro i governi regionali e nazionali che hanno, negli anni, ceduto alle lusinghe delle proprietà che si sono succedute alla guida dell'azienda posto nella zona industriale di Jesce, senza garanzie per l'occupazione e per la sopravvivenza dello stabilimento.

"Tutto il mondo politico ha fatto finta per anni di occuparsi di questa vicenda ma ad oggi, purtroppo, non c'è nessuna speranza"- ha detto Giordano, ricordando la parabola discendente della Ferrosud: passata dall'essere un fiore all'occhiello del mondo industriale materano, quando con il Gruppo Ansaldo Breda si producevano carrozze ferroviarie, fino ad avere oltre 800 dipendenti, ad ora, quando "iniziano ad esserci problemi poiché il lavoro scarseggia, non ci sono commesse e tutti i paventati o annunciati acquirenti del sito storico di Matera, con complicità e l'avvallo di una politica regionale miope-muta-sorda, non hanno presentato nessuna proposta seria e vera di acquisizione e risoluzione della crisi".

Insomma, il dito è puntato sulla classe politica, in particolare quella regionale, che non ha saputo fornire un valido supporto ai lavoratori. "La Regione Basilicata finora ha solo giocato e ceduto alle promesse dell'azienda"- dice Giordano, definendo l'emergenza Ferrosud "a scadenza di morte" e invitando le istituzioni a non abbassare la guardia.

"I dipendenti della Ferrosud, oramai quei pochi rimasti, sono il simbolo di un riscatto sociale ed economico della città di Matera, che non possono essere disperse per una mancanza di attenzione delle istituzioni regionali e nazionali"- conclude il segretario provinciale dell'Unione Generale del Lavoro.
  • Lavoro
  • Ugl basilicata
Altri contenuti a tema
Reddito di cittadinanza, iniziano i colloqui per i Patti del lavoro Reddito di cittadinanza, iniziano i colloqui per i Patti del lavoro In Basilicata sono oltre 11.000 i beneficiari. In servizio 31 "navigator"
Ugl: "Ridurre il caro spesa per libri scolastici” Ugl: "Ridurre il caro spesa per libri scolastici” Il segretario provinciale Giordano sollecita interventi per evitare disagi economici alle famiglie già in difficoltà
Un aiuto alle mamme lavoratrici e imprenditrici con i "buoni" per la conciliazione Un aiuto alle mamme lavoratrici e imprenditrici con i "buoni" per la conciliazione Regione Basilicata ha pubblicato l'avviso pubblico "Valore donna"
Dopo l'incendio tragico nel "ghetto", ispezioni contro il lavoro nero nel Materano Dopo l'incendio tragico nel "ghetto", ispezioni contro il lavoro nero nel Materano Si concentrano nel settore agricolo. In un'azienda 14 su 15 non erano assunti
Ferrosud, l'Ugl interviene su incontro Regione, Confapi e azienda Ferrosud, l'Ugl interviene su incontro Regione, Confapi e azienda Il sindacato fa il punto della situazione dopo il confronto tra le parti
Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Ferrosud, riprende il dialogo tra azienda e sindacati Incontro tra le parti presso la Confapi. Obiettivo comune: il rilancio dello stabilimento
Basilicata, prorogati i tirocini di inclusione sociale Basilicata, prorogati i tirocini di inclusione sociale La giunta regionale vuole anche stabilizzare gli Lsu
Impiegava operai clandestini, arrestato imprenditore cinese Impiegava operai clandestini, arrestato imprenditore cinese In un salottificio nella zona Paip
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.