Mensa Caritas
Mensa Caritas
Vita di città

Le iniziative di Natale della Caritas di Matera

"C'è bisogno di solidarietà. In forte aumento la povertà tra i materani"

Non solo "Pane sospeso" tra le iniziative della Caritas Diocesana in vista delle festività natalizie. Oltre al classico pranzo di Natale e Capodanno presso la mensa "Don Giovanni Mele", infatti, è in programma un pranzo extra, nei giorni successivi al 1 Gennaio 2015, per gli indigenti di tutte le parrocchie. Un gesto di solidarietà di un privato cittadino, che preferisce rimanere anonimo, verso chi è meno fortunato.

Intanto Matera si sta dimostrando molto generosa nel donare pane, biscotti e altri prodotti da forno. L'iniziativa "Pane sospeso", partita solo pochi giorni fa, è già un successo.

"Abbiamo accolto con molto piacere l'idea del presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli - racconta Anna Maria Cammisa, direttrice della Caritas - il pane è l'elemento che qualifica meglio la nostra città dove, purtroppo, la povertà si tocca con mano. Abbiamo visto che gli indigenti accolgono di buon grado il pane fresco. Sono 19 i panifici che aderiscono all'iniziativa. In ognuno di questi sono presenti i nostri volontari, riconoscibili da una casacca col logo Caritas, che raccolgono i prodotti da forno donati dalla gente, li portano in parrocchia e ogni pomeriggio li distribuiscono ai bisognosi che passano a ritirarlo".

Un'iniziativa importante anche perchè rappresenta un momento di crescita per l'intera comunità materana. "La città si rende conto, in questo modo, che molte volte la povertà è nascosta all'interno delle chiese o dei centri di ascolto, e si è portati a pensare che non esista o che ci sia in minima quantità. La povertà, invece, c'è ed è anche tanta, spesso si annida proprio laddove meno lo immaginiamo". Numeri tutt'altro che irrisori quelli riguardanti l'indigenza nella città dei Sassi. Non solo, infatti, "la povertà è in estremo aumento", ma il dato veramente allarmante è che "oggi esistono categorie di poveri che prima non c'erano. Ai classici bisognosi di un tempo, adesso si sono aggiunte nuove tipologie: gli uomini separati, ad esempio, o le persone che hanno perduto il lavoro, sempre più numerose".

Rispondere ad un'emergenza sociale di questa entità non è semplice. "In ogni parrocchia vi è un centro di ascolto che cerca di venire incontro ai bisogni materiali degli indigenti - spiega Anna Maria Cammisa - noi, come Caritas diocesana, ci impegniamo a risolvere il problema alla radice elaborando progetti personalizzati sulle famiglie: le aiutiamo ad estinguere i debiti, ad esempio, o a curare particolari malattie. Ci impegniamo soprattutto nel far uscire questa gente dall'isolamento sociale". Alla domanda se l'obiettivo può ritenersi raggiunto, la direttrice risponde che "certamente non si possono fare miracoli e probabilmente non si è che all'inizio di un lungo percorso, ma di sicuro si fa tutto il possibile".

Tre le strutture appartenenti alla Caritas che ogni giorno accolgono le persone più sfortunate: la più grande è "La Tenda", sede dell'associazione, che conta 22 posti letto divisi in quattro camere, aperta a uomini e gruppi familiari, qui si ospitano i senza tetto, "che non sono solo i clochard di un tempo, ma anche coppie sfrattate", attualmente ci vivono "tre gruppi familiari, due materani e uno di extracomunitari". Una situazione causata da "un costo della casa che a Matera è ancora troppo elevato e che si aggiunge alla mancanza di lavoro".

La seconda struttura è diventata quasi un'istituzione in città ed è la mensa intitolata a "Don Giovanni Mele", dal nome del parroco della Chiesa di Piccianello che per primo decise di aprirla. Una mensa aperta a tutti che attualmente offre un pasto caldo, ogni giorno, a circa 60 persone. "Gestita dall'associazione Don Giovanni Mele Onlus, anche questa è frequentata sia da extracomunitari che da materani, per lo più uomini soli".

Il terzo centro di accoglienza è una casa per sole donne che in questo periodo ne ospita due. "Solitamente accoglie anche le badanti prima che trovino una sistemazione".
  • Caritas
  • Pane sospeso
  • Don Giovanni Mele
Altri contenuti a tema
Beneficenza, Matera Calcio 2019 dona pasta alla Caritas Beneficenza, Matera Calcio 2019 dona pasta alla Caritas Iniziativa in occasione della giornata mondiale della Pasta
Donazione dalla Federfarma alla rete CiBus Donazione dalla Federfarma alla rete CiBus I farmacisti uniti nella solidarietà verso le famiglie in difficoltà
1 Emergenza sociale a Matera, forte aumento di richieste aiuto a Caritas Emergenza sociale a Matera, forte aumento di richieste aiuto a Caritas Notevole aumento di famiglie in difficoltà
Raccolta fondi a favore della Caritas Raccolta fondi a favore della Caritas Iniziativa dei giovani imprenditori di Confapi
1 Aiutare chi è difficoltà, raccolta fondi della Caritas Aiutare chi è difficoltà, raccolta fondi della Caritas Un conto corrente per donazioni
Povertà: Caritas apre la "Dispensa" del cibo Povertà: Caritas apre la "Dispensa" del cibo Progetto contro lo spreco di eccedenze alimentari
La Caritas inaugura le Domus La Caritas inaugura le Domus Struttura ricettiva per finanziare le attività non - profit
1 Passi in avanti per la mensa Don Giovanni Mele Passi in avanti per la mensa Don Giovanni Mele Nelle prossime settimane il progetto definitivo sarà presentato al pubblico
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
MateraLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.